Sbiancamento denti: le strisce fai da te sono molto pericolose

Lo sbiancamento denti mediante le gettonatissime strisce fai da te sono molto pericolose. Lo rivela un recente studio americano della Stockton University nel New Jersey. Danneggiano lo smalto ed entrano in profondità nei tessuti dei denti, rendendoli più deboli.

Il composto chimico contenuto nelle strisce rompe una proteina all’interno della dentina in frammenti così piccoli da renderla inconsistente, come se non esistesse più. Il tessuto della dentina impedisce ai cibi caldi o freddi di stimolare i nervi, non facendoci sentire né dolore, né la sensazione di sensibilità ai denti.

I kit per lo sbiancamento casalingo non possono contenere più dello 0,1% di perossido di idrogeno, ma alcune compagnie su Internet contro le regole ne vendono con all’interno il 33 per cento.

La dottoressa Kelly Keenan, primo autore dello studio, sostiene che già all’0,1% cominciano i danni anche per la dentina.

Inoltre queste strisce fai da te possono danneggiare le gengive e se contengono anche cloruro di sodio possono ridurre la durezza del dente e aumentare la possibilità di future abrasioni sulle superfici dei denti.