Scandalo Banca Etruria: Maria Elena Boschi cambia idea e non querela più Ferruccio de Bortoli

Scandalo Banca Etruria: ecco le ultime news. La sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri del Governo Gentiloni, Maria Elena Boschi, ha fatto retromarcia su espresso consiglio dei suoi avvocati e ha deciso di non querelare più l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli per le scottanti e fragorose rilevazioni contenute nel libro Poteri forti. Lo rende noto Libero Quotidiano. L’autogol è servito!

Maria Elena Boschi – Foto: Facebook

L’ex ministra senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento del Governo Renzi è sempre al centro della cronaca politica e da più parti invocano le sue dimissioni, ma lei e Matteo Renzi non mollano!

“È stato l’avvocato Paola Severino, suo legale, a consigliare a Maria Elena Boschi di non querelare Ferruccio de Bortoli per le rilevazioni contenute nel libro Poteri forti – si legge su Libero Quotidiano – Per una ragione molto semplice: se lo avesse fatto, Federico Ghizzoni sarebbe stato convocato dal giudice come testimone. E non avrebbe potuto sottrarsi. A quel punto si sarebbe arrivati per forza al chiarimento che per ora non c’è: Ghizzoni conferma quanto ha detto a de Bortoli (smentendo Boschi), cioè che l’ex ministro gli avrebbe chiesto di interessarsi di Banca Etruria per una possibile acquisizione, oppure no? Senza contare che quanto scritto dall’ex direttore del Corriere della Sera, per quanto politicamente pesante, è dubbio che possa essere considerato diffamatorio. Quindi, rischierebbe di perdere l’eventuale processo”.

Ghizzoni ha rilasciato una breve intervista al quotidiano La Repubblica in cui ha dichiarato di essere disposto a parlare, ma solo davanti alla commissione di inchiesta sulle banche: “Se mi convocheranno, parlerò alla commissione d’inchiesta: in Parlamento, non sui giornali, risponderò ovviamente a tutte le domande che mi faranno. Adesso non parlo, perché non si può mettere in mano a un privato cittadino la responsabilità della tenuta di un Governo. E’ un caso della politica, sarebbe dovere e responsabilità della politica risolverlo”.

Roberto Speranza va all’attacco: “La posizione di Boschi è indifendibile. Se ha mentito al Parlamento deve dimettersi”.

Il leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha scritto sul suo blog: “Senza querela è evidente che la magistratura non potrà indagare e l’eventuale verità giudiziaria non verrà a galla: no querela, no party!”.

Redazione-iGossip