Selvaggia Lucarelli rinviata a giudizio per foto rubate di Elisabetta Canalis

Selvaggia Lucarelli a processo per foto ricatti vip

Selvaggia Lucarelli è stata rinviata a giudizio insieme con altri due blogger Guia Soncini e Gianluca Neri alias Macchianera con decreto di citazione diretta firmato dal pm di Milano Grazia Colacicco per concorso in intercettazione abusiva, detenzione e diffusione di codici di accesso (unica non contestata a Lucarelli), accesso abusivo a sistema informatico e violazione della privacy, tutti reati aggravati dall’aver tentato di guadagnarci. Le foto rubate sono ben 191 e sono state scattate durante la festa per il 32esimo compleanno di Elisabetta Canalis nella residenza di George Clooney sul lago di Como il 12 settembre 2010.

Un festa di compleanno da super star dato che tra gli invitati vi erano anche le due dive di Hollywood, Scarlett Johansson e Sandra Bullock, e le vip del jet set nazionale Mara Venier e Federica Fontana. Secondo l’accusa, i tre blogger sarebbero entrati in possesso di queste immagini esclusive e avrebbero tentato di venderle a un noto settimanale di gossip al prezzo di 120mila euro, ma non sarebbero riusciti a chiudere l’affare perché qualcuno avrebbe allertato l’ex velina di Striscia la notizia Elisabetta Canalis, all’epoca fidanzata del celebre attore e regista americano, che avrebbe sporto denuncia al commissariato Garibaldi-Venezia di Milano. Il processo si terrà il 19 giugno.

Una grana davvero inaspettata e fragorosa per la neo giornalista de Il Fatto Quotidiano, Selvaggia Lucarelli, e per i lettori e le lettrici del giornale diretto da Marco Travaglio. Lei si è giustificata così sulla sua pagina Facebook: “Leggo titoli fantascientifici su un processo legato a una vecchia indagine che purtroppo mi ha coinvolta nel 2011 e di cui spesso ho parlato ad amici e giornalisti in questi anni, senza alcun problema. Tutto quello che è accaduto è che io all’epoca mi sono vista recapitare le foto di un compleanno della Canalis a casa Clooney. Non ho mai chiesto e ricevuto un euro da nessun giornale – ha scritto Selvaggia Lucarelli su Facebook -, rivista o editore, né per quelle foto né per qualsiasi altra foto o notizia in altri periodi. Non c’è mai stata neanche alcuna trattativa che mi abbia riguardata”.

La giornalista di Panorama, Antonella Piperno, gongola. Perché? Lei ha scritto un pezzo su Selvaggia Lucarelli sul settimanale della Famiglia Berlusconi nella sezione Periscopio. Selvaggia Lucarelli e i fan dell’ex moglie di Laerte Pappalardo hanno attaccato e “massacrato” Antonella Piperno sui social. Ora Piperno scrive su Panorama.it: “Periscopio è la nostra storica rubrica di gossip e costume, temi nei quali Lucarelli è da sempre maestra di ironia graffiante. Unghie e sarcasmo però, sono sempre rivolte verso gli altri, attori, cantanti, politici (o giornalisti nel caso che mi riguarda) che siano. Quando la prospettiva si inverte e al centro dell’articolo finisce lei, Lucarelli si trasforma come neanche Linda Blair in L’Esorcista: l’autoironia si dissolve e Selvaggia non riesce a fare  neanche un mezzo sorriso. Peccato davvero che una penna così brillante si opacizzi alla minima critica. Non solo: Selvaggia, che è tweet star e Facebook star indiscussa, quando si sente offesa ti dà in pasto ai suoi follower, che in quanto a ferocia non sono secondi a quelli della setta che Joe Carroll reclutava proprio sui social network nel terrorizzante serial The Following“. Per poi concludere: “La blogger, come ha rivelato il sito Giustiziami, il 19 giugno dovrà affrontare un processo a Milano: è accusata di aver rubato, a scopo di lucro, i segreti di vari vip riuscendo ad accedere abusivamente ai loro account di posta elettronica. Selvaggia ha già replicato di essere completamente estranea alla vicenda. Ma, certo, adesso c’è poco da ridere”. Una guerra aperta e velenosa tra donne giornaliste che promette ancora tante scintille!

Redazione-iGossip