Suore missionarie tornano dall’Africa incinte: il Vaticano apre un’inchiesta

Due suore missionarie sono tornate incinte in Italia dopo un viaggio nei paesi d’origine (l’Africa). Il caso ha varcato i confini nazionali a tal punto che anche il Daily Mail ha parlato della vicenda delle due suore, una proveniente da un convento nei monti Nebrodi e un’altra residente in provincia di Ragusa. Il primo caso, in ordine cronologico, ha riguardato la suora, appartenente a un ordine monastico del Messinese: la donna si è trasferita a Palermo per prepararsi alla gravidanza e con tutta probabilità abbandonerà la vita ecclesiastica per crescere il figlio che porta in grembo.

Suore – Foto: Pixabay.com

L’altro caso, invece, riguarda una madre superiora proveniente dal Madagascar, che dopo aver accusato forti dolori allo stomaco si è recata in ospedale e ha scoperto di essere incinta.

Il Vaticano, visibilmente imbarazzato e costernato, ha aperto un’inchiesta. Fonti vicine alla Santa Sede hanno asserito: «C’è grande costernazione di fronte a queste vicende, entrambe le suore hanno avuto rapporti sessuali nei loro paesi d’origine, nonostante avessero professato il voto di castità. Ci sono regole rigide che sono state violate ma ora la cosa più importante è il benessere dei figli che aspettano».

Nel frattempo l’assessore alla Salute della Regione Sicilia Ruggero Razza ha deciso di indagare sulla fuga di notizie, con conseguente violazione della privacy, da parte del personale sanitario siciliano.

Redazione-iGossip