Tragedia a Latina, carabiniere spara alla moglie e tiene in ostaggio le due figlie

Tragedia a Latina, un carabiniere ha sparato alla moglie diversi colpi di pistola dopo una lite in strada per poi barricarsi in casa con le due figlie. L’appuntato, 44 anni, era in servizio a Velletri e si stava separando dalla moglie.

Pistola – Foto: Pixabay.com

Luigi Capasso, 44enne originario di Napoli ma residente a Cisterna di Latina, era tornato a casa dopo aver prestato servizio. Dopo una lite in strada, l’uomo ha sparato alla moglie con la pistola d’ordinanza. La donna (39 anni) è in gravissime condizioni, a differenza di quanto comunicato inizialmente, ed è stata trasportata con l’eliambulanza all’ospedale San Camillo di Roma con ferite all’addome, alla guancia e in zona cervicale. I tre proiettili esplosi dal marito hanno causato dei fori trapassanti, che lascerebbero speranze su un esito positivo.

Il militare dell’Arma è attualmente barricato in casa a Collina dei Pini dove tiene in ostaggio le figlie.

La situazione è seguita dai carabinieri del Comando provinciale di Latina, con il comandante Gabriele Vitagliano che, immediatamente raggiunto il residence Collina dei Pini dove si è consumata la tragedia, coordina le indagini. I carabinieri stanno cercando di convincere il collega a uscire dalla casa disarmato, liberando le figlie.

Redazione-iGossip