Trieste, minorenne violentata da tre profughi: Serracchiani scrive a Minniti

Trieste sotto shock. Una ragazzina di 14 anni è stata violentata da tre profughi all’interno dei giardini pubblici, dopo averla avvicinata nel centro cittadino. Muhibullah Zerani, afghano, di 22 anni, e i pakistani Arif Hussain (24) e Zubair Khan (22), profughi ospitati in strutture cittadine, sono stati arrestati dalla Polizia di Trieste con l’accusa di stupro. Gli investigatori hanno accertato che i tre profughi erano consapevoli della sua minore età e che avevano abusato di lei.

Polizia di Stato – Foto: Facebook

La Governatrice del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha inviato una lettera al ministro degli Interni del Governo Gentiloni, Marco Minniti, in cui ha chiesto di accelerare tutti i provvedimenti atti a discernere e respingere chi non ha diritto alla protezione internazionale, mantenendo al contempo sotto stretto controllo gruppi e individui soggiornanti.

Ha duramente condannato questa violenza e ha ricordato di aver “già ritenuto di intervenire più volte per segnalare la pressione cui è sottoposta la comunità del Friuli Venezia Giulia, in ragione della presenza sul territorio di migliaia di individui, in larghissima maggioranza giovani maschi e per lo più portatori di usi e costumi tradizionali che potenzialmente confliggono con la cultura di un territorio moderno e tollerante”.

Per poi aggiungere: “Come ho avuto modo di dire, suscitando polemiche di cui ancora adesso non mi capacito, simili atti di violenza mettono gravemente in crisi l’attitudine all’accoglienza delle nostre comunità, nelle quali si insinua un legittimo timore e da cui sorge un sempre più impellente bisogno di sicurezza e rassicurazione. Non si può e non è giusto mettere troppo a lungo alla prova la pazienza dei nostri cittadini”.