Victoria Cabello rivela: “Per la sindrome di Lyme non riuscivo quasi a parlare e camminare”

Victoria Cabello ha rivelato che per la sindrome di Lyme non riusciva quasi a parlare e camminare. La conduttrice televisiva e attrice italiana con cittadinanza britannica ha ripercorso in un’intervista rilasciata a “Mezz’ora con il Corriere” il periodo più brutto della sua vita.

“La quarantena l’ho vissuta per un lungo periodo – ha detto Victoria -, stavolta però la sto trascorrendo stando bene fisicamente. E per me è già un traguardo”.

La conduttrice e attrice ha affermato: “L’isolamento mi fa tornare alla mente il periodo in cui mi sono ammalata gravemente e mi sono dovuta chiudere in casa, ad un certo punto ero impossibilitata persino a camminare”, ha raccontato, “Avevo problemi sia a livello motorio che a livello cognitivo”.

Victoria Cabello era affetta dalla sindrome di Lyme, che l’ha tenuta lontana dalla tv per 3 anni. La diagnosi è arrivata solo dopo un anno e mezzo, ed ”è stata la prova che non ero pazza”. Molti infatti liquidavano i suoi sintomi come causa di una depressione.

“Ho avuto la prova che esiste una questione di genere, ho dovuto pagare il fatto di essere una donna – ha asserito -. Se fossi stata un uomo non mi avrebbero dato della pazza, in sindrome premestruale o della depressa. Venivo costantemente liquidata, mi dicevano che era un problema psicologico. E invece era la malattia di Lyme”.

Redazione-iGossip