Quantcast

Aurora Ramazzotti attaccata sui social: “Mi hanno fatto venire da piangere, un incubo”

Aurora Ramazzotti è stata duramente attaccata sui social, come purtroppo è già successo più volte nel recente passato. La figlia della famosa conduttrice tv svizzera naturalizzata italiana Michelle Hunziker e del celebre cantautore italiano Eros Ramazzotti ha preso le difese della sua amica, la vincitrice dell’Isola dei famosi nonché ex Madre Natura Paola Di Benedetto, dopo un post con un messaggio di body positivity accompagnato da alcune foto in ci mostrava il volto rovinato dai brufoli.

Aurora Ramazzotti – Foto: Instagram

Le sue parole sono state poi riprese dalla pagina del Corriere della Sera, scatenando hater e gente ignorante che hanno dato il via a un mare di commenti negativi sulla 26enne influencer e socialite. Anche questa volta Aurora Ramazzotti non ha fatto finta di niente e nelle sue storie ha rivelato che anche a lei è accaduto lo stesso.

“I commenti su di me sul Corriere mi hanno fatto venire da piangere, un incubo”, ha dichiarato la figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti.

“Faccio una premessa – ha esordito Aurora Ramazzotti – Quando un personaggio esprime un’opinione sul suo profilo di qualsiasi social e questa opinione viene presa e ripostata su un altro profilo che non c’entra niente con quel personaggio, logicamente si andranno a incontrare commenti in contrasto con l’opinione del personaggio, perché chi segue quel profilo non è necessariamente chi segue il personaggio. Questo va bene perché i social sono fatti anche per il confronto!”.

E poi ancora: “Ma come è possibile che una cosa così prestigiosa come essere stati ripostati dalla pagina del Corriere della Sera si sia tramutata in un incubo? Parlo per me, ma credo di farlo per tutti, perché ogni volta che sono finita su quella pagina e sono andata a leggere i commenti, mi è venuto da piangere. Non tanto perché c’erano un miliardo di commenti cattivi, ma perché erano decontestualizzati: le persone non vanno a commentare la cosa che stai dicendo, ad esempio il cat calling, argomento molto divisivo. Là sotto c’erano commenti tutti mirati a distruggere me. Commenti cattivi e sessisti”.

Ha poi concluso: “Mi dispiace molto e non riesco a capire come una cosa bella come quella che ha detto Paola Di Benedetto possa suscitare così tanta cattiveria nelle persone: come fate a non vedere il bello in queste cose? Se se ne parla è perché ce n’è bisogno!”.