Quantcast

Avicii morto: boom di vendite dei suoi brani e album

Avicii è morto all’età di 28 anni nella città di Mascate nell’Oman il 20 aprile scorso. Dopo due autopsie condotte sul corpo del deejay e produttore discografico svedese Tim Bergling, la polizia dell’Oman ha escluso qualsiasi causa sospetta di decesso. La dichiarazione, ripresa e diffusa da AFP, va a supportare ciò che era stato già detto sabato scorso, quando le autorità avevano escluso qualsiasi pista criminale collegata alla morte del famoso, stimato, influente e popolare dj. Ora tutti i suoi numerosi fan si domandano: di cosa è morto Avicii?

Dopo la notizia della tragica morte di Avicii, è boom di vendite dei suoi brani e album. L’eco della sua morte ha fatto impennare le vendite della sua musica negli Stati Uniti, segnando solo negli store digitali +6.000%.

In base ai primi rapporti sulle vendite forniti da Nielsen Music, il suo catalogo di canzoni ha raggiunto circa 25mila download il venerdì, rispetto a poco meno di mille del giorno prima. Le vendite dei suoi album, che includono il disco True, sono aumentate del 12.000% dal 20 aprile (a quota 2000).

La sua canzone più venduta il 20 aprile è stata la sua hit di successo Wake Me Up!, che ha venduto circa 8.000 download, facendo segnare oltre il 6.100%. Oltre a questo pezzo, anche “Levels” e “Hey Brother”.