Quantcast

Barbara D’Urso e Gabriele Parpiglia ai ferri corti

Barbara D’Urso e Gabriele Parpiglia sono ai ferri corti. Della serie “c’eravamo tanto amati”. Dopo il durissimo ed ennesimo attacco del direttore del settimanale di gossip Chi Alfonso Signorini nei confronti della presentatrice tv di Pomeriggio 5 (“Si fa vedere casalinga dentro quando poi la realtà è ben altra”), ora anche l’autore televisivo e giornalista di cronaca rosa per il settimanale Chi ha rivelato in un’intervista a Today.it che la star di Mediaset ce l’ha con lui.

Barbara D’Urso e Gabriele Parpiglia – Foto: Instagram

Parlando dei reality show in scaletta a Mediaset dopo l’Isola dei famosi 2019, Parpiglia ha rivelato: “Sarà il Grande Fratello Nip condotto da Barbara d’Urso. In bocca al lupo. So che ce l’ha con me. Infatti quando la incontrerò le chiederò: “Cara Barbara, precisamente, al dettaglio, ma che cosa ti ho fatto io, inteso come Gabriele (lo specificherò)?”.

Gabriele ha rivelato che ci sarà anche la seconda edizione di Temptation Island Vip: “Nel bene o nel male il reality è una tipologia di tv che crea quell’effetto che il dottor Costanzo chiama ‘effetto-parentale’. Esempio: torni a casa la sera e con la tua famiglia discuti o tifi o ti emozioni o ti appassioni o ti incazzi guardando un reality. In ogni caso la funzione positiva c’è – ha spiegato il giornalista e conduttore radiofonico – stacchi la testa dalle rotture quotidiane. Il reality è come un giornale di cronaca rosa ben fatto che sfogli una volta a settimana e ti accompagna con le sorprese che nascono e crescono. ‘Temptation Vip’ inoltre, pur non essendo in diretta, è una produzione incredibile che io paragono a una serie, tra le più belle, di Netflix: passi dalle risate al pianto in zero secondi e rispetto agli altri programmi ha un valore aggiunto, una colonna sonora che fa la differenza. Elemento da non sottovalutare. Fidatevi. Dopo un falò di confronto – ha continuato Parpiglia a Today.it – la canzone giusta è la cornice del disegno perfetto. Infatti molti vanno subito a cercarla su Spotify. I complimenti vanno a due professionisti che lavorano da anni dietro e dentro questo programma”.