Quantcast

Barbara d’Urso nel mirino di Dvora Ancona: “Non sarò una tua vittima, vuoi fare audience e trash”

Barbara d’Urso è finita nel mirino di Dvora Ancona, la dottoressa laureata in chirurgia e medicina e specializzata in estetica che è stata di recente ospite a Pomeriggio 5. La dottoressa si è sbottonata sul social network cinese, Tik Tok.

Barbara d'Urso - Foto: Instagram
Barbara d’Urso – Foto: Instagram

La dottoressa Ancona ha esordito così: “La pazienza di Barbara ha un limite? E la mia allora? Cosa dovrei dire? Guardate le sue espressioni mentre io spiegavo il botulino. Ma perché non ne voleva sapere niente? Come mai crede di essere così preparata? Perché si è comportata così? Io ero lì a cercare di spiegare e invece no, mi volevano soltanto per farmi litigare”.

Ha poi aggiunto: “Io sono laureata in chirurgia e medicina e specializzata in estetica. Poi mi aggiorno sempre. Anche l’altro giorno ero a specializzarmi per vedere quello che succede nel mondo. Ero ad un congresso a livello mondiale. E invece cosa succede in tv? Che arrivo e dei perfetti sconosciuti incapaci o comunque non preparati nel loro mestiere mi dicono che io ho torto. Mi volevano mettere a confronto con un altro medico che fa un’altra professione”.

Ha poi sottolineato: “Vogliono solo farmi litigare. Vi pare una cosa normale? Oggi la tv deve essere fatta da seri professionisti. Oppure fate vedere quelli che non sono laureati. Ma se addirittura deve diventare trash un medico per fare audience a questo punto faccio casino io. E basta, mi sono stancata di andare a far ridere perché la Barbarina ha deciso che la poverina qua sarà l’ennesima povera vittima che cadrà nelle sue mani. Perché devi stare zitta con lei, muta e non faceva altro di ripetermi di stare zitta, zitta, zitta, zitta, zitta”.

La dottoressa ha concluso: “Ho perso la pazienza. Non mi deve invitare in televisione per poi cercare di sbugiardarmi. Se vuoi sapere qualcosa sono un chirurgo e ti spiego come funziona il botulino. Invece voleva fare audience su due medici che litigano”.