Quantcast

Basilicata, arrestato il Governatore Marcello Pittella per concorso in falso e abuso d’ufficio

Basilicata, è stato arrestato il Governatore Marcello Pittella in quota PD per concorso in falso e abuso d’ufficio in un’inchiesta su raccomandazioni nelle nomine e manipolazione di concorsi. È lui il “deus ex machina di questa distorsione istituzionale”, scrive il gip di Matera Angela Rosa Nettis nell’ordinanza di custodia cautelare. È Marcello Pittella “che influenza le scelte gestionali delle aziende sanitarie e ospedaliere interfacciandosi direttamente con i direttori generali che sono stati nominati con validità triennale dalla sua giunta“.

“Volendosi ricandidare a governatore alle prossime regionali”, scrive il gip, il pericolo di reiterazione dei reati è “quantomai attuale e concreto“, visto che “ciò fa ritenere che continuerà a garantire i suoi favori e imporre i suoi ‘placet‘ ai suoi accoliti pur di consolidare il suo bacino clientelare, potendo contare su appoggi locali, in uno scambio di utilità vicendevoli”.

Marcello, fratello del senatore ed ex eurodeputato del Partito Democratico Gianni Pittella, è agli arresti domiciliari nella sua casa di Lauria, in provincia di Potenza.

Gli accertamenti eseguiti dalla Procura e dalla Guardia di Finanza hanno evidenziato il “totale condizionamento della sanità pubblica da parte di interessi privatistici e da logiche clientelari politiche“, ha detto in conferenza stampa il Procuratore Pietro Argentino. Altre 29 misure restrittive sono state eseguite nei confronti dei vertici delle aziende sanitarie lucane e anche della Asl di Bari.

L’inchiesta è iniziata un anno e mezzo fa dopo l’esposto di un ex dipendente della cooperativa “Croce verde Materana” che denunciava un tentativo di truffa all’Azienda sanitaria di Matera circa irregolarità contributive nell’ambito di un servizio di trasporto di persone infermi che sarebbe stato svolto da personale non assunto.