Quantcast

Belen Rodriguez e Andrea Iannone denunciano il pilota dell’aereo: “Temevamo un rapimento”

Belen Rodriguez e Andrea Iannone hanno annunciato che denunceranno il pilota dell’aereo della Top Jets Ltd, il bulgaro Deyan Tonchev, che la scorsa settimana decise di dirottare il volo dalla Spagna alla Grecia sull’aeroporto di Lamezia Terme perché i passeggeri rifiutavano di smettere di fumare. La sensuale star tv argentina Belen Rodriguez ha più volte ribadito di aver fumato una sigaretta elettronica e non quella tradizionale, circostanza confermata sia dai poliziotti che dalla stessa compagnia aerea.

Andrea Iannone e Belen Rodriguez – Foto: Facebook

Il pilota italiano di motociclismo della Suzuki ha dichiarato al Corriere della Sera: “Era una sigaretta elettronica. Ho avuto molta paura: il comandante ha chiuso la porta e non ha più voluto parlare con noi. Non sapevo dove ci stesse portando, mi pareva di essere al centro di un sequestro. In gara con le moto si rischia sempre, ma non ho mai avuto paura come l’altra sera. Almeno, quando sono in sella, sono io il comandante”.

Il compagno della bellissima e affascinante modella argentina Belen Rodriguez ha poi aggiunto: “La polizia ci aspettava sulla pista. Uno spavento. Alla fine la compagnia, con cui volo da molti anni, mi ha chiesto scusa e mi hanno messo a disposizione un altro aereo perché io con quel pilota non avrei più volato”.

Anche la sensuale soubrette Belen Rodriguez  ha pensato che fosse un rapimento: “La polizia non può non prendere una denuncia ma io posso dire che quando gli agenti mi hanno vista si sono messi a ridere. Fare un atterraggio d’emergenza per nulla? Ma com’è possibile? In pista ci aspettavano quattro pattuglie. Ai poliziotti, che sono stati gentilissimi, ho subito chiesto di verificare che non ci fossero sigarette – ha detto Belen al Corriere della Sera – e hanno confermato anche nel loro resoconto che non ne eravamo in possesso, quindi cade tutta l’accusa”. Per poi sottolineare: “Anche gli agenti mi hanno chiesto se per caso il pilota mi avesse riconosciuta ma non lo so dire: più probabile, al limite, che abbia riconosciuto Andrea, che ha un pubblico più internazionale. Di certo mi stupirebbe se avesse fatto tutto questo per pubblicità perché é un tipo di pubblicità molto cattiva: questa persona rischia anche il licenziamento ora. Alla fine ha dovuto dire che sentiva puzza di bruciato per giustificare la sua decisione, ma le sigarette elettroniche non puzzano, è vapore acqueo, si sa. La sua è stata una messa in scena per cercare di spiegare il suo comportamento”.

L’inviata di Selfie – Le cose cambiano ha affermato che è stata una brutta disavventura che le ha fatto prendere un grosso spavento poiché non l’era mai capitato nulla di simile…