Quantcast

Boss Doms sul bacio con Achille Lauro: “Messaggio di libertà, amate chi volete”

Boss Doms è tornato a parlare del bacio gay scambiato con Achille Lauro sul palco del Festival di Sanremo 2020 durante un’intervista rilasciata al The Huffington Post. Il compagno della dj e conduttrice radiofonica e televisiva Valentina Pegorer  ha parlato anche della sua lunga amicizia con Achille.

Boss Doms e Achille Lauro si baciano a Sanremo 2020 – Foto: Facebook

Boss Doms ha spiegato: «Ci conosciamo da una vita, siamo quasi fratelli. Io avevo 9 anni, lui 7. Lui ha una visione della musica che mi piace molto: ha una direzione sua, e ci siamo trovati perché abbiamo gli stessi ideali: fare qualcosa di nuovo, essere originali, non fare sempre il copia incolla, ma sperimentare – ha sottolineato per poi proseguire – Abbiamo condiviso gli ultimi cinque anni, ci siamo arrivati insieme a questo successo. Siamo stati ognuno la spalla dell’altro».

CHI È ACHILLE LAURO? BIOGRAFIA E CARRIERA DEL CANTANTE

Quest’anno il pubblico di Sanremo ha capito chi è lui e chi è Achille Lauro: «L’anno scorso, con Rolls Royce, è stato quasi un linciaggio. Tutti si sono concentrati sulla cosa sbagliata e non sulla musica, né sullo show – ha spiegato – Quest’anno, forse anche perché eravamo più preparati, si è capito il messaggio che c’era dietro, ci si è soffermati sull’arte e sulla musica, meno sul gossip». Per quanto riguarda i baci gay con Achille a Sanremo 2020, Boss ha sottolineato: «Il nostro bacio è stato un messaggio di libertà. Anche due persone che non sono omosessuali possono farlo. Le persone devono essere libere di amare chi vogliono. L’amore se è puro e se è sincero va oltre ogni cosa. Il messaggio era questo, oltre al fatto che era super punk e super outsider».

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO E GUARDARE IL VIDEO DI ME NE FREGO DI ACHILLE LAURO

Da ragazzino Boss suonava la chitarra, poi a 17 anni ha capito che più che suonarla, la musica gli piaceva comporla: «Ho avuto l’illuminazione il giorno del mio compleanno. Ero a un rave e ho scoperto un mondo parallelo incredibile: robe pittoresche, gente vestita in maniera strana, muri di casse e musica da stordimento. La mattina dopo mi sono scaricato un programma di musica e ho cominciato a smanettare. Ho scoperto che, da strumentista, potevo essere un compositore. E fare tutto da solo. Dalla chitarra alle voci».

Boss Doms con la moglie e la figlia Mina – Foto: Instagram

Edoardo è originario del Tufello, una zona periferica di Roma, ma oggi vive a Milano. Le sue influenze musicali sono varie: «A quindici anni i Prodigy, la cassetta di “The Fat of the Land” l’ho letteralmente squagliata con il mio walkman – ha detto – Poi ho iniziato con la musica underground, l’elettronica londinese, e lentamente sono arrivato a creare uno stile mio».

CHI È BOSS DOMS? BIOGRAFIA E CARRIERA DEL CANTANTE