Quantcast

Briga, il rapper di Amici è pronto per Sanremo

L’abbiamo conosciuto per via della sua relazione di confidenza e simpatia con la sua coach, nientemeno che Emma Marrone, tra i banchi di Amici, una partecipazione che ha portato il rapper romano Mattia Briga, meglio conosciuto con il solo appellativo di Briga, alla ribalta nazionale. Dopo una serie di controversie dovute alla sua indole sarcastica, il giovane cantante ha avuto l’occasione di passare in rassegna alcune delle possibilità che la televisione potrebbe offrirgli anche al di fuori dai talent show. Ne è emersa la sua propensione, come evidenziato da molte interviste, a voler partecipare ad un evento musicale nazionale importante, come potrebbe per l’appunto essere il palco di Sanremo.

briga

Dopo il successo strabordante del disco d’esordio “Never again”, Briga è infatti pronto, dopo la gavetta, ad allargare i propri orizzonti, nonostante le proteste dei fan di lunga data, che lo vedono distante dalla “vecchia guardia” del rap tradizionale.

Briga conserva comunque un ricordo molto positivo dell’esperienza con Amici di Maria de Filippi, ed è decisamente intenzionato a far fruttare la sua chance partecipando a quante più iniziative possibili. Briga afferma infatti di essere entrato a far parte della scuola per dare “una scossa” alla sua passione musicale per la parola ritmata, ed al contempo cercare un trampolino di lancio per renderla una professione vera e propria. Il suo disco è ora alla ricerca del double platinum e di certo rappresenta uno dei suoi lavori più intimi, tant’è che è definito dal giovane stesso “un processo di auto-medicazione, una guarigione”.

Nonostante il momento di fama, Briga deve fare i conti con le voci maligne che si scagliano contro di lui, che lo vedono protagonista di gossip improbabili e relazioni con star del panorama musicale italiano. Tutto questo, però, diventa secondario rispetto alla sua probabile decisione di prendere parte a Sanremo e accedere all’Ariston come già ha fatto il suo collega Nesli. Ci fa sicuramente piacere che un artista giovane sappia spaziare tra diversi generi, in modo da tenere vivo il difficile mondo del music business italiano: per questo, ci aspettiamo di vederlo tra i protagonisti della prossima edizione, salvo imprevisti particolari.