Quantcast

Calciomercato Juve: arriva Bocchetti


Il mercato della Juve registra un altro trasferimento: arriva Bocchetti che alla fine Marotta è riuscito a portare a Torino, grazie anche ai buoni rapporti che intercorrono tra il club bianconero e il Rubin Kazan.

Dopo il tramontare della trattativa di Alves,  Gastaldello della Sampdoria e Astori del Cagliari, alla fine Marotta ha trovato il puntello difensivo che serviva a Conte. Ma non è ancora finita. Gli impegni sono ancora tanti e soprattutto c’è da sistemare in uscita alcuni giocatori che ormai sono praticamente chiusi e che non troveranno spazio nella rosa di Conte.

In entrata, comunque, sembra che ormai gli obiettivi siano stati raggiunti, anche se non si tratta di tutti quelli desiderati, ma altri con caratteristiche più o meno analoghe. L’incompiuta sembra aver trovato la quadra.
Certo, non sono arrivati i nomi altisonanti annunciati più volte dallo staff bianconero, ma Conte dovrà accontentarsi.

Per Bocchetti, che era a Napoli in questi giorni e che sperava, secondo quanto da lui dichiarato in una intervista ad una radio napoletana, di poter concludere un accordo con la squadra di De Laurentis,  la Juve è sempre un punto di arrivo. Il presidente del  Napoli, del resto, aveva più volte detto che con il difensore napoletano difficilmente si sarebbe potuto combinare qualcosa.
E allora ecco la Juve, che ha quasi chiuso l’accordo per un prestito oneroso, i cui termini sono ancora in via di definizione.

Ora Marotta dovrà trovare la sistemazione per alcuni giocatori in esubero, come Grosso e probabilmente Storari, al  quale viene preferito Manninger. Intanto Grygera ha risolto consensualmente il contratto con la Juve dopo due anni in bianconero.

Resta ancora in piedi una possibilità, seppur remota, di portare in porto l’affare che prevede lo scambio, con conguaglio, tra Bruno Alves e Bonucci, ma l’affare sembra essere decisamente complicato, anche per colpa dello Zenit che non darebbe la giusta valutazione al difensore bianconero.