Quantcast

Calciomercato Juventus, Rhodolfo acquisto sicuro a gennaio

Il calciomercato Juventus non conosce tregue. Nonostante la sessione di mercato estivo sia ufficialmente chiusa (ore 19 del 31 agosto 2011), la Juve continua la spasmodica ricerca del difensore tanto voluto da mister Conte. E cosi’, dopo una lunga ed estenuante trattativa, la Juventus sembra aver chiuso l’accordo che porterà il difensore Rhodolfo ad indossare la maglia bianconera. La società di Torino ha convinto sia il club brasiliano (il San Paolo) sia il procuratore dello stesso giocatore: Rhodolfo arriverà alla riapertura del calciomercato, i primi giorni di gennaio.

Il calciomercato Juventus sembra, quindi, aver piazzato un altro colpo importante al fine di rinforzare una rosa che, a dir la verità, ora risulta eccessivamente “nutrita”. Sarà questo un problema per l’allenatore Conte? Le sue scelte non saranno digerite sempre e comunque dai giocatori, possiamo scommetterci. Ma l’acquisto di Rhodolfo era fondamentale! Serviva davvero un difensore capace di dare maggiori certezze al reparto arretrato bianconero. Il San Paolo alla fine ha deciso di cederlo e di accontentare il giocatore: la volontà di Rhodolfo di trasferirsi a Torino ha contato, e tanto, sulla decisione del club brasiliano.

La Juve ha speso un’ingente somma nel mercato estivo. E’ stata, senza grossi rivali, il club di Serie A che ha speso di più. Sono soldi davvero spesi bene? E’ questo il dubbio che alimenta i tifosi della Vecchia Signora. DI certo ci sono alcuni movimenti non proprio condivisi da tutti. Non si riesce a capire, inoltre, come mai Marotta non sia riuscito a convincere Amauri e Iaquinta a trasferirsi all’estero. Due grane in più per l’allenatore Conte. I due saranno messi fuori rosa? Una situazione simile a quella che si sta vivendo a Firenze con il caso Montolivo. Amauri e Iaquinta non saranno schierati spesso dal mister. A meno che le punte titolari non diano forfait per problemi fisici. Il problema è che la squadra non sarà impegnata in alcuna competizione europea. La rosa è davvero troppo “lunga”: è un problema o una risorsa in più? Cosa ne pensate?