Quantcast

Calciomercato Milan: Montolivo e non solo

 

Il calciomercato del Milan fa registrare un  nuovo ritorno di fiamma per Montolivo, il giocatore che potrebbe essere definito ormai un ex giocatore del club di Della Valle. In seguito, poi, anche alle minacce che circolano su Facebook, sembra che ormai la dirigenza viola sia ben decia a trovare una soluzione per il centrocampista già da gennaio. E il Milan è in prima fila e potrebbe offrire una contropartita tecnica, più qualche soldo, per cercare di portare in porto quel trasferimento che risolverebbe più di un problema.

Una di queste potrebbe essere Emanuelson che potrebbe passare in comproprietà alla Fiorentina, l’altra invece potrebbe essere rappresentata dal trasferimento alla squadra viola della metà del cartellino di Kevin Costant che il Milan rileverebbe dal Genova. Comunque vada, una soluzione si troverà e Montolivo, con molta probabilità, arriverà a Milano a gennaio. In questo caso sarebbero tutti contenti, a partire da Montolivo, per finire alla Fiorentina che comunque riuscirebbe ad mettere in cassa qualche soldo.
Ma non solo Montolivo, visto che Galliani è sempre alla ricerca di qualche altro attaccante in grado di  puntellare il reparto avanzato della squadra di Allegri, falcidiata da ricorrenti infortuni.  Il nome che spicca tra i tanti è quello di Bojan, arrivato alla Roma perché fortemente voluto da Luis Enrique, ma che fino a questo momento non ha convinto i dirigenti giallorossi. Questo, però sempre che nella capitale Sabatini riesca a portare un altro attaccante che, al momento, sembra essere stato individuato  sempre nel campionato spagnolo. Si tratta di  Negredo, bomber del Siviglia, del quale si dice un gran bene.

Tuttavia, il procuratore dell’attaccante  sostiene che al momento non ci sono le condizioni perché il trasferimento possa concretizzarsi, visto che il suo assistito si trova bene al Siviglia e non vorrebbe cambiare. Dal canto suo, invece, lo stesso Negredo afferma che una esperienza italiana potrebbe essere invece stimolante, e non esclude clamorosi sviluppi.