Quantcast

Calciomercato Milan: si pensa ad Anelka

Il calciomercato del Milan si arricchisce di un altro nome, Anelka, che potrebbe essere l’uomo giusto per rinforzare il reparto  offensivo, soprattutto in vista del più che probabile passaggio del turno di Champions.
Dopo la vittoria con il Palermo e quella successiva in Champions, la squadra di Allegri sembra aver ritrovato un poco di tranquillità e, soprattutto, sembra avere nuovamente a tempo pieno un Ibrahimovic che pare essersi dimenticato dei malumori mostrati  subito dopo la sconfitta con la Juve.
Ma questo non significa che il malato, il Milan, sia guarito, piuttosto che è in netto miglioramento e che la guarigione è prossima. Ma, per guarire definitivamente, è necessario aggiungere qualche pedina importante alla rosa a disposizione di Allegri.

E allora ecco che Galliani spedisce Braida in Brasile per cercare di intavolare una trattativa per portare a Milano Casemiro, che tanto piace alla dirigenza rossonera che, nel contempo, non abbandona la pista Montolivo che, per il centrocampo, sembra essere l’uomo ideale, e anche quello più vicino di tutti a passare alla corte di Allegri.
Il problema resta il reparto offensivo, che vede nei soli Ibrahimovic e Cassano i due elementi sui quali poter fare pieno affidamento. Con Pato  ancora ai box e, comunque, sempre soggetto a quei problemi muscolari che lo affliggono con una certa regolarità  e con un Inzaghi che ancora non sembra essere pronto, Galliani guarda anche altrove e sembra aver individuato in Anelka l’uomo giusto.

Si abbassano, infatti le quotazioni di Amauri che, comunque, non potrebbe essere impiegato in Europa, cosa che invece sarebbe possibile per il giocatore del  Chelsea.  Anelka potrebbe liberarsi già per gennaio, visto che avendo il contratto in scadenza a giugno 2012, cederlo nella finestra di mercato invernale sarebbe la sola possibilità che ha la squadra inglese per racimolare qualche milione di €. Ci sarebbe da battere la concorrenza del solito PSG e dell’Anzhi, e questo potrebbe essere un problema  per il Milan.