Quantcast

Calendario Pirelli: le anticipazioni dell’opera dell’anno

Ogni anno freme l’attesa per il nuovo calendario Pirelli, un simbolo di arte e di amore per la fotografia che accompagna gli estimatori nei diversi mesi dell’anno. Si tratta di un progetto che da anni allerta i collezionisti di tutto il mondo e che fa parlare di sé per la scelta delle protagoniste, dei fotografi chiamati a lavorare al progetto e anche delle location scelte per gli scatti fotografici.

Calendario Pirelli 2016 - Fonte: panorama.it
Calendario Pirelli 2016 – Fonte: panorama.it

Il 2016 porterà la firma di uno dei nomi più importanti e famosi della fotografia internazionale, Annie Leibovitz, che per l’occasione ha scardinato ogni concetto legato alla bellezza ‘platinata’ e ha dato vita ad un’opera d’arte sui generis, che sta già facendo parlare di sé. La grande fotografa americana, classe 1949, vanta una carriera sfolgorante nel mondo della moda e dell’arte, durante la quale tutte le sue immagini sono diventate famose per il tocco immediatamente riconoscibile e anche per il velato impegno sociale che si cela dietro ad ognuna di esse.

Il calendario Pirelli 2016 non sarà da meno, in quanto la Leibovitz ha chiamato a raccolta per il suo progetto 12 esempi di donne che stanno segnando il corso del mondo con la loro personalità, con il loro impegno e con la loro grande intelligenza. Poche bellezze patinate, in quanto l’unica top model che farà parte del progetto è la bellissima Natalia Vodianova, mentre le altre protagoniste del calendario Pirelli 2016 sono tutti nomi di spicco della musica e dell’arte, come Yoko Ono, Patty Smith, ma anche del cinema con l’attrice Amy Schumer e dello sport con la carismatica tennista Serena Williams. Al calendario parteciperanno anche manager di successo, in quanto la Leibovitz vuole sottolineare che le donne non sono fatte solo di bellezza esterna, di un bel corpo e di un bel viso, ma soprattutto di pensieri, gesti e traguardi raggiunti.

Si tratta del primo calendario femminista della storia Pirelli? Probabilmente sì, ma chi si è già innamorato di questo progetto può visionare il bel video che narra i primi momenti del backstage. Si tratta di un video breve, fumoso ed emblematico, che mostra le bellezze fotografate sotto un punto di vista diverso, forse più cerebrale ma non meno carismatico. A condurre le danze la grande Annie Leibovitz, una donna che ha saputo emergere con le sue forze nel mondo maschile della fotografia, che ce l’ha fatta e che ora vuole mandare alle generazioni future un messaggio decisamente importante: la bellezza non basta, perché serve ben altro per finire sulle pagine del calendario Pirelli.