“Can Yaman e Diletta Leotta non si sono lasciati perché non sono mai stati insieme, è finita la fiction”: lo scoop del paparazzo Paolone

Can Yaman e Diletta Leotta non si sono lasciati perché non sono mai stati insieme, è finita la fiction”. Questa dichiarazione è stata rilasciata dal paparazzo dei vip Paolone. C’è da dire che il noto fotografo ha sempre dichiarato fin dagli inizi della loro (finta?) storia d’amore, che tra Can Yaman e Diletta Leotta non è vero amore, ma soltanto business. Ora che la loro pseudo-relazione d’amore è giunta ai titoli di coda, Paolone ha ribadito la sua tesi durante la diretta Instagram di ieri del nuovo scomparto intitolato “Ve lo dice Paolone” del programma web I Sogni C…ostruiti con l’opinionista tv pugliese Vito Maria Camposeo.

Can Yaman e Diletta Leotta – Foto: Instagram

Ieri mattina sul canale TV8 del digitale terrestre, precisamente nella trasmissione Ogni Mattina il giornalista Santo Pirrotta ha parlato della storia d’amore tra la conduttrice siciliana e il protagonista della soap opera DayDreamer – le ali del sogno dichiarando: “Il matrimonio non si fa. C’è una crisi profondissima. Lui ha sospeso il suo account Instagram e lei ha tolto l’anello di fidanzamento. Qual è stato il motivo della furia di Can? Lui le ha chiesto di seguirlo in Turchia, ma lei ha risposto picche”.

Ieri pomeriggio Paolone ha ribadito che Can Yaman e Diletta Leotta non si sono lasciati perché non sono mai stati insieme, sottolineando che “è finita la fiction”. Il paparazzo l’ha sottolineato anche in una storia condivisa con i suoi follower di Instagram.

Ora pare che una volta tornato in Italia dalla Turchia, Can Yaman non alloggi più nel super attico vista Colosseo ma nell’appartamento a Formello, messo a disposizione dalla casa di produzione Lux Vide.

Per quanto riguarda il lato professionale di Can, lui è impegnato sul set della nuova serie tv Sandokan prodotta da Lux Vide. C’è però un’indiscrezione fragorosa degli ultimi giorni proprio su questa nuova serie tv. Il quotidiano Il Sole 24 ore ha parlato di una possibile vendita di Lux Vide, la società italiana fondata nel 1992 da Ettore Bernabei e produttrice del prossimo Sandokan, a due giganti del settore dell’intrattenimento: l’europea Fremantle e l’americana Sony.