Quantcast

Carlo Verdone difende Franco Zeffirelli dall’accusa di molestie

Carlo Verdone ha difeso a spada tratta il celebre regista e sceneggiatore Franco Zeffirelli dall’accusa di molestie avanzata dall’attore Johnathon Schaech. Durante la presentazione del suo ultimo film Benedetta follia a Firenze, Verdone ha commentato le accuse di molestie denunciate da Schaech.

Carlo Verdone – Foto: Facebook

Quest’ultimo ha rivelato ai media internazionali di aver subìto molestie da Zeffirelli nel periodo in cui girava Storia di una capinera nel 1993.

«Pure Zeffirelli hanno accusato? Ma poveretto – ha detto il regista e attore Carlo Verdone ai giornalisti -, ma lo lascino in pace, sta pure poco bene. Sono indignato, basta, mi pare che stiamo esagerando. A me queste denunce che arrivano dopo 25 anni non mi quadrano più. Ti hanno molestato? Vai subito dai carabinieri, non aspetti 25 anni, a scoppio ritardato, per andare in una trasmissione televisiva. Il cinema è fatto anche di brave persone, non è tutto un puttanaio».

Per poi sottolineare: «Quanto tempo è passato? 25 anni? E dopo 25 anni uno si ricorda che magari Zeffirelli gli avrà fatto così…». Anche il cinema italiano è in subbuglio e fibrillazione: «É pieno di gente terrorizzata, “Oddio domani esce il nome mio, Oddio domani esce il nome mio”… Basta: i processi non si fanno nelle trasmissioni, si fanno nei tribunali, le denunce si fanno in questura e nelle stazioni dei carabinieri. Abbiamo santificato Pasolini, porca miseria; oggi invece c’è una caccia a tutto. Perdere un attore come Spacey è una perdita colossale. E lui l’ha già pagata, l’hanno rimosso all’improvviso da un film e non solo. Ma in America sono così: entri in un posto con il mitra e va bene, metti una mano lì e saltano tutti su».