Quantcast

Caso Ciro Grillo, il duro sfogo dei genitori della ragazza italo-svedese

Caso Ciro Grillo, ultime news. I genitori della ragazza italo-svedese sono su tutte le furie. La notte incriminata è quella tra il 16 e il 17 luglio 2019. Ciro Grillo e gli amici Francesco Corsiglia, Vittorio Lauria e Edoardo Capitta sono accusati di violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza italo-svedese, che ha denunciato di essere stata stuprata in Sardegna.

Ciro Grillo – Foto: Oggi.it

I genitori della ragazza hanno affidato il proprio sfogo al legale Giulia Bongiorno, in una lettera indignata: “Non è facile rimanere in silenzio davanti alle falsità che si continuano a scrivere e a dire sul conto di nostra figlia, aggiungendo dolore al dolore: il nostro e il suo. D’altro canto, sarebbe fin troppo facile smentirle sulla base di numerosi atti processuali che sconfessano certe arbitrarie ricostruzioni e che, per ovvie ragioni, non possono essere resi pubblici”.

E poi ancora: “Abbiamo appreso, inoltre, che frammenti (frammenti!) di video intimi vengono condivisi tra amici, come se il corpo di nostra figlia fosse un trofeo: qualcosa che ci riporta a un passato barbaro che speravamo sepolto insieme alle clave. Confidiamo nel fatto che tutto questo fango sarà spazzato via facendo emergere la verità”.

Quindi l’annuncio che non staranno ancora a subire in silenzio: “In ogni caso, la fiducia nella giustizia e il rispetto per le istituzioni – che ci hanno guidato finora e che continueranno a guidarci in futuro – non significano che siamo spettatori passivi: abbiamo conferito mandato al nostro legale di agire in sede giudiziaria contro tutti coloro che a qualsiasi titolo partecipano e parteciperanno a questo deplorevole tiro al bersaglio”.

Alcuni giorni fa ha suscitato profonda indignazione e vergogna nell’opinione pubblica il video social di Beppe Grillo che difende suo figlio dall’accusa di stupro. Tanti vip, ma anche associazioni e movimenti che difendono le vittime di violenza contro le donne hanno giustamente e duramente condannato il video shock del leader politico del M5S. Il frontman 22enne della band vincitrice del Festival di Sanremo 2021, Damiano dei Maneskin, nelle sue IG Stories ha dichiarato: “Non sono io il pubblico ministero, e non sta a me giudicare l’innocenza o la colpevolezza, quello lo farà chi di dovere. Io voglio soltanto parlare alle persone che avvalorano la tesi secondo la quale se uno stupro viene denunciato dopo otto giorni allora non era stupro. Non è così”.

La giurata del talent show di Raiuno, Ballando con le Stelle, Selvaggia Lucarelli è tornata a criticare Massimo Giletti in merito al caso di Ciro Grillo affrontato a Non è l’Arena di La7: “Quando si parla di vittimizzazione secondaria e di ulteriori abusi a cui la vittima viene sottoposta dopo i fatti denunciati, bisognerebbe aggiungere alla lista anche la tua storia finirà da Giletti”.

La dura critica della giornalista de Il Fatto Quotidiano e TPI parte dagli ospiti di Massimo Giletti, primo fra tutti il noto critico d’arte ed ex sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi, secondo il quale la donna deve essere rispettata, non violentata.