Quantcast

Il cerotto è smart e previene le infezioni

Fresca fresca è la notizia della nascita di una nuova tipologia di cerotti che potrebbe davvero rivoluzionare il mondo dell’auto medicazione. Si tratta di prodotti realizzati con  su polimeri naturali, biodegrabili e biocompatibili, che sono in grado di incorporare nella loro trama anche benefici oli essenziali. Il loro scopo risiede nel prevenire le infezioni e quindi nel facilitare la guarigione delle ferite che derivano dalle bruciature o dal taglio.

cerotti

Questi cerotti sono il frutto della ricerca nel campo dei dispositivi biomedici condotta dal gruppo Smart Materials, in collaborazione con il Dipartimento di Ricerca e Sviluppo Farmaci dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova (Iit). La base di tutto va ricercata sulle nanotecnologie, che permettono di ottenere un dispositivo di medicazione semplice quanto efficace. Alla trama, solitamente realizzata con semplice garza, possono infatti essere aggiunti oli essenziali come la cannella, il limone, la menta, i quali apporterebbero una funzione anti-batterica, anti-infiammatoria e anti-ossidante nei tessuti trattati.

Grazie alla scoperta dei nuovi materiali non solo i semplici cerotti potrebbero rivoluzionare la loro composizione, ma anche le altri tipi di medicazioni e altri dispositivi biomedici impiegati quotidianamente nel trattamento delle ferite. I ricercatori genovesi sono infatti riuscire  a sviluppare dei nano- materiali che possono controllare le proprietà e il rilascio dei principi attivi.

Secondo l’equipe di ricercatori che ha condotto lo studio: “Il vantaggio di questi nuovi prodotti è la maggiore efficienza abbinata al costo di produzione ridotto” I brevetti sono stati quindi depositati e l’equipe sta pensando di unirsi in una start up per dare vita al progetto, visto l’interesse già dimostrato da molti possibili investitori.