Quantcast

Chiara Ferragni va dallo psicologo una volta la settimana: “Ho sofferto di attacchi di panico”

Chiara Ferragni va dallo psicologo una volta la settimana. La celebre fashion blogger e imprenditrice ha sofferto di attacchi di panico e ansia. La moglie del famoso e popolare rapper e produttore discografico Fedez ha deciso di rispondere ad alcune domande poste dai suoi numerosi follower di Instagram tramite le storie. La mamma vip di Leone e Vittoria non si è mai risparmiata e non l’ha fatto neanche questa volta. Ha risposto anche alle domande più insidiose e complicate dei suoi sostenitori.

Chiara Ferragni – Foto: Instagram

La stilista e imprenditrice digitale ha scritto: “Sono molto felice della persona che sono diventata e sto diventando e penso che la me teenager, che si sentiva sola e diversa dagli altri, sarebbe molto fiera della Chiara 34enne di ora”.

La bellissima e ricca mamma vip ha superato tante insicurezze: “Ho fatto tanto lavoro su me stessa, ho cercato sempre di affrontare le mie paure e di capire pian piano la mia mente e da cosa certi meccanismi siano scaturiti. Negli ultimi tre anni mi sono poi fatta uno dei regali più grandi per capirmi: vedo uno psicologo una volta alla settimana, esperienza che consiglio a tutti”.

Poi ha raccontato alcuni aneddoti relativi agli attacchi di panico e ansia. “Sì – ha dichiarato Chiara -, ansia anche ora, in certi momenti. Mentre di attacchi di panico ho sofferto un po’ nel 2015 quando ero a Los Angeles e mi sentivo sola e lontana dalle persone che veramente mi amavano. Sono riuscita a superarli buttandomi a capofitto nelle mie paure, ma ogni esperienza è naturalmente diversa. Ora quando mi viene un po’ di ansia (da quando sono genitore mi succede spesso), cerco di concentrarmi sul lavoro o altre esperienze e non focalizzarmi sulla stessa sensazione”.

Per poi rivelare: “Ero solita criticarmi sempre. Anche adesso per me è dura non essere critica con me stessa, soprattutto nei momenti in cui mi sento debole e non la solita donna felice e realizzata. Ma è importante concederci il tempo di soffrire quando viviamo il dolore. Prenderci cura della nostra salute mentale è importante”.

Ha poi concluso: “Ho affrontato una ad una le mie insicurezze e ne ho sconfitte alcune. Con altre ho imparato a convivere pacificamente. Non sono ancora al 100% la Chiara che volevo, ma è un lavoro quotidiano. Come mi racconterei oggi? Sono felice ogni mattina quando mi sveglio. Ho due bambini che sono la mia soddisfazione più grande, innamorata da quasi cinque anni di mio marito, di un amore pazzerello. Ho un lavoro che mi fa sentire speciale e spesso amata dagli altri, in cui posso essere me stessa e condividere messaggi positivi, lavoro che fine a qualche anno fa non esisteva”.