Quantcast

Christopher Lambert ricorda Alba Parietti “E’ un dolce ricordo”

019

Per un periodo furono una delle coppie più chiacchierate e seguite dal gossip. Lui attore famoso e internazionale, lei showgirl di successo in Italia, stiamo parlando di Christopher Lambert e Alba Parietti. I due si sono lasciati da tempo, ma ancora oggi Lambert, sposato con Sophie Marceau, conserva un bel ricordo della sua relazione con la Parietti “Conservo un ricordo bellissimo di Alba: una donna incredibile, carismatica, passionale. Pensare ad Alba per me è molto dolce ancora oggi.” ha dichiarato Lambert in un’intervista. D’altronde nemmeno la Parietti sembra averlo mai dimenticato “Tra noi fu un vero e proprio colpo di fulmine. Lui era l’uomo che tutte avrebbero voluto e di cui ero innamorata sin da quando avevo 18 anni” ha ricordato Alba

“Il nostro primo bacio fu sulla terrazza della casa di Diego della Valle a Capri, una location che sembrava scelta ad hoc, e non fu un bacio innocente” ha raccontato la showgirl “Niente a che fare con quelli dei teenager, di quegli anni almeno. Abbiamo convissuto sin dall’inizio, in parte all’Hotel Milan, dove alloggiava lui e in parte da me a Basiglio. Una storia d’amore intensa e passionale all’ennesima potenza. Tra noi c’era un’alchimia perfetta sessualmente e intellettualmente. Eravamo semplicemente compatibili. Fu l’estate più bella e speciale della mia vita”

Insomma Lambert era davvero l’uomo perfetto “Sempre attento, presente, mi chiamava appena poteva dal set, giocava con mio figlio, quando era con me a Basiglio come fosse un bambino anche lui, dolce, amorevole, bellissimo… insomma un Highlander!! è stato l’uomo giusto al momento giusto, perché ne scaturisse una storia d’amore unica e irripetibile per modalità, tempi e passione”

La Parietti sembra anche essersi pentita di aver regalato a Cristiano De Andrè, il cappotto che Lambert indossò in Nirvana “Gli voglio bene, sono molto affezionata a lui, gli ho persino regalato il cappotto di Nirvana di Christopher…ma la nostra è una storia che oscilla tra odio e amore e adesso non so bene in che fase ci troviamo. Una cosa è certa quel cappotto deve tornare al suo proprietario…”