A Star Is Born, Bradley Cooper sulla mancata nomination per la Miglior Regia

A Star Is Born, il remake di È Nata una Stella, è stato il debutto alla regia di Bradley Cooper e alla recitazione di Lady Gaga, ma l’Academy non ha incluso l’attore tra i candidati alla Miglior Regia agli Oscar di quest’anno.

A Star Is Born- foto ireport.cz

Il remake A Star Is Born ha accontentato critica e pubblico e l’Ademy ha deciso di premiare la fatica di Bradley Cooper e Lady Gaga con nomination in ben otto categorie: Miglior Film, Miglior Attore Protagonista (Bradley Cooper), Miglior Attrice Protagonista (Lady Gaga), Miglior Canzone (Shallow), Miglior sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior attore non protagonista (Sam Elliott) e Miglior Montaggio Sonoro.

Nonostante la pellicola si sia accaparrata molte candidature,  il nome di Bradley Cooper non figura tra i nominati alla categoria Miglior Regia.

L’attore ha raccontato la sua reazione nel momento in cui ha appreso la notizia all’Oprah’s SuperSoul Conversations from Times Square: “Mi sono vergognato. Ero in un caffè di New York, guardo il mio cellulare ed era Nicole [Carso n.d.r.] che voleva farmi i complimenti per le nomination ricevute e quali erano. Non mi hanno neanche contattato per darmi la brutta notizia. Provavo imbarazzo perché mi pareva di non aver fatto abbastanza”.

Ala fine, però, Bradley è giunto alla conclusione che la qualità del lavoro svolto non si può misurare soltanto dai riconoscimenti: “La verità è che anche se avessi ottenuto la nomination, non avrei capito se avessi lavorato bene o meno. Il trucco invece è fare qualcosa in cui si crede e lavorare sodo su quel progetto”.