Addio anche alla madre di Carrie Fisher: non ha retto al dolore

Non ha retto al dolore Debbie Reynolds, la madre di Carrie Fisher, deceduta due giorni dopo la figlia sessantenne. Anche Debbie, come la figlia, era un’attrice, protagonista nel 1952 di “Cantando sotto la pioggia”, uno dei più celebri musical di Hollywood. Sua figlia, deceduta martedì, era stata resa famosa dal ruolo della principessa Leia in Star Wars.

La notizia della morte è stata data dal figlio; l’attrice aveva 84 anni, ed è stata stroncata da un ictus. Suo figlio, Todd Fisher, ha affermato: “Ora è con Carrie e noi abbiamo il cuore distrutto”.

Lo stress per la morte della figlia, com’è ovvio, ‘era stato troppo forte”, ha detto ancora Fisher. Debbie Reynolds era diventata celebre anche grazie al suo ruolo in un altro musical, ”The Unsinkable Molly Brown” (”Voglio essere amata in un letto d’ottone”), per il quale fu anche nominata all’Oscar.

Alla fine degli anni Cinquanta divorziò dal cantante Eddie Fisher, che la lasciò per Elizabeth Taylor. Le sue ultime parole sono state: ”Voglio stare con Carrie”, come ha rivelato il figlio Todd, e poi è spirata.

ValeriaM

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.