Black Hole, il grafic novel di Charles Burns diventerà un film

Le case di produzione New Regency e Plan B hanno intenzione di puntare su un adattamento cinematografico di Black Hole, il grafic novel di Charles Burns.

Black Hole, il grafic novel di Charles Burns diventerà un film- foto projectnerd.it

Black Hole può essere considerato il capolavoro di Charles Burns, l’autore più influente nel panorama statunitense del grafic novel degli ultimi trent’anni.

Charles Burns ha pubblicato ben 12 numeri del graphic novel in bianco e nero ambientata negli anni Settanta che racconta la comparsa di The Bug, una malattia incurabile trasmessa sessualmente tra gli adolescenti di Seattle che provocherà strane mutazioni.

Non sarebbe certo la prima volta che si parla di adattamento cinematografico di Black Hole, visto che qualche anno fa si parlava di una regia firmata Alexandre Aja, si credeva in un lavoro di David Fincher o ancora si pensava a una sceneggiatura a quattro mani di Roger Avary e Neil Gaiman .

Sembra che però la New Regency e la Plan B di Brad Pitt hanno puntato tutto sul regista e sceneggiatore Rick Famuyiwa per creare qualcosa all’altezza del graphic novel pubblicata tra il 1995 e il 2005.

Non è facile immaginare come Rick Famuyiwa potrebbe riuscire a portare sul grande schermo 10 anni di successi e riconoscimenti: Harvey Award, Ignatz Award e Eisner Award.

C’è anche chi inizia a chiedersi il regista, legato per lo più al genere di commedia, possa riuscire a ricreare un ambientazione body horror richiesta dalla pellicola, ma se Get Out (candidato agli Oscar) ci ha insegnato qualcosa è proprio a credere ancora alle sorprese.