Bond 25: Rami Malek ha accettato a una condizione

Ogni problema di Bond 25 non fa altro che accrescere la curiosità intorno al prossimo capitolo su James Bond. E ora Rami Malek svela di aver accettato dietro alcune condizioni.

Rami Malek – foto newsstandhub.com

L’ultimo film sull’agente 007 più famoso del cinema interpretato da Daniel Craig si prospetta una pellicola ricca di suspense e sorprese.

I problemi di genesi e gli incidenti sul set che hanno messo fuori gioco anche il protagonista hanno solleticato la curiosità di tutti gli appassionati del genere e nutrito aspettative enormi.

A tutto questo si aggiungono le recenti dichiarazioni di Rami Malek riguardo il villain che interpreta proprio in Bond 25.

L’attore premio Oscar ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a dire si al film di Cary Fukunaga in un’intervista a The Mirror.

“Si tratta di un personaggio grandioso e sono davvero entusiasta. Ma c’era una cosa di cui ho parlato con il regista Cary Fukunaga. Ho detto: ‘Non possiamo identificarlo con qualsiasi atto di terrorismo che rifletta un’ideologia o una religione’. Non è qualcosa che apprezzerei, quindi se sono la vostra scelta per quel motivo allora non reciterà nel film. Ma chiaramente non era quella la sua visione. Quindi è un tipo di terrorista completamente diverso”.

Per l’attore è importante non radicare stereotipi errati: “Avere origini egiziane è la base di ciò che sono. Sono egiziano. Sono cresciuto ascoltando musica egiziana. Ho amato Omar Sharif. Quelle sono le persone come me. Mi sento così incredibilmente legato alla cultura e agli esseri umani che esistono lì”.

Myriam