“Boston – Caccia all’uomo”, il film sull’attentato al Patriots’ Day del 2013

Siamo al 15 Aprile del 2013, quando due terroristi portarono a compimento un attentato durante la tradizionale maratona che la città di Boston ospita per celebrare le battaglie di Concord e Lexington che hanno dato inizio alla Guerra di Indipendenza Americana. Il Patriots’ Day è lo scenario del nuovo film di Peter BergBoston – Caccia all’uomo”, in uscita nelle sale il 20 aprile 2017.

“Boston – Caccia all’uomo”- foto ivid.it

I festeggiamenti chi aveva già tagliato il traguardo vengono interrotti dalle bombe piazzate dagli attentatori a pochi metri dal traguardo, un attentato che produsse tre morti e 264 feriti.  È quello il punto di partenza del film, una pellicola che vuole descrivere quei momenti nella maniera più fedele e autentica possibile.

Il cineasta newyorkese con “Boston – Caccia all’uomo” ha provato a sviscerare vari punti di vista: le forze dell’ordine impegnate nella caccia all’uomo, le istituzioni interessate a proteggere i cittadini, i sopravvissuti pronti a collaborare e le famiglie delle vittime unite nel dolore della perdita.

Proprio Peter Berg ha spiegato su “Boston – Caccia all’uomo”: “Le vite di migliaia di persone sono state toccate. Per raggiungere il nostro obiettivo abbiamo scelto di seguire le storie di sette o otto personaggi, coinvolti in maniera differente negli eventi. Nessuno a Boston sapeva cosa sarebbe successo dopo l’attacco e c’era la fondata preoccupazione che ce ne potessero essere altri. Potevamo restituire un quadro più ampio dell’impatto che l’attacco ha avuto sulla città, raccontando sia atti individuali di eroismo, che storie di gentilezza e compassione“.

Sarà proprio Mark Wahlberg a vestire i panni di un sergente di polizia di Boston e a raccogliere luoghi e storie di tutti, diventando incarnazione degli intenti del regista e sguardo sulle cose dello spettatore.