Kill Bill: Tarantino rivela di aver pensato a Bruce Willis per il ruolo di Bill

Da un po’ si parla di un possibile Kill Bill Vol. 3, ma soltanto adesso Quentin Tarantino ha svelato che nei primi capitoli avremmo potuto vedere Bruce Willis.

Kill Bill- foto lebonbon.fr

Qualche mese fa Quentin Tarantino ha confermato di aver parlato con Uma Thurman di un possibile seguito del film cult.

Eppure le curiosità intorno ai primi capitoli di Kill Bill non sembrano esaurirsi dopo 16 anni e il regista ha rivelato che avrebbe potuto avere tra i suoi protagonisti anche Bruce Willis.

Parlando a Reel Blend Podcast, infatti, il filmmaker ha spiegato: “Ho scritto il personaggio di Bill per Warren Beatty ma non ha funzionato alla fine. E poi ho scelto David Carradine, e in un certo senso l’ho riscritto per lui”.

“Bruce Willis sarebbe stata la mia terza scelta – ha aggiunto Tarantino –  Quando leggo la versione originale di Kill Bill in un certo senso mi fa ridere ora perché è la versione di Warren Beatty”.

Il regista ha concluso: “Quando penso alla versione originale Bill era un po’ più in stile cattivo di James Bond. Francamente, se devo dire la verità, probabilmente non avrei dovuto riscriverlo così tanto e modificarlo se avessi scelto Bruce per la parte. Willis avrebbe potuto interpretare quel cattivo in stile James Bond e io avrei sfruttato un po’ di più la sua personalità. Un po’ meno Cristal. Un po’ più Coors okay. Un po’ meno champagne, un po’ più birra”.

Forse qualcuno non riesce a immaginare Bruce Willis nei panni di un personaggio freddo e riflessivo come quello di Bill, ma l’aver lavorato già con Tarantino in Pulp Fiction lo avrebbe aiutato a dare il meglio di sé.

Myriam