Michael Kenneth Williams interpreterà Miles Davis in un film biografico

Michael Kenneth Williams interpreterà Miles Davis, il celebre compositore e trombettista  jazz. È quanto l’attore ha dichiarato in un’intervista: “Si farà. Si farà assolutamente. È in preparazione proprio adesso. Probabilmente e sperabilmente, toccando ferro, entrerà in produzione nel primo quarto del 2018. Quello è il nostro obiettivo”.

Michael Kenneth Williams- foto zimbio.com

Williams ha guadagnato grande fama grazie alle interpretazioni sul piccolo schermo: Omar Little in The Wire, Chalky White in Boardwalk Empire e Leonard nella serie Hap and Leonard tratta dai romanzi di Joe Lansdale.

Purtroppo, il talento dell’attore è arrivato al cinema sempre in ruoli minori in film come 2 anni schiavoAnarchia – La notte del giudizio e Vizio di forma. E così il film biografico su Miles Davis è l’opportunità per godere del suo talento anche sul grande schermo.

Ma chi è Miles Dewey Davis II? È stata una personalità di spicco e un genio musicale dotato di uno stile inconfondibile e una propria potenza espressiva. Miles Davis è stato una figura chiave del jazz e della musica popolare: ha preso parte alla rivoluzione bebop, ha creato numerosi stili jazz (cool jazz, hard bop, modal jazz e jazz elettrico o jazz-rock).

Davis è conosciuto per le sonorità inconfondibilmente languide e melodiche e il suo atteggiamento innovatore. Il suo nome rappresenta un caso particolare in campo jazzistico, in quanto Davis fu il primo jazzmen a realizzare e commercializzare il proprio potenziale artistico e il profilo di star dell’industria musicale.

Michael Kenneth Williams porterà sul grande schermo la personalità difficile e del musicista ribattezzato “Principe delle tenebre”, un soprannome che alludeva tanto alla sua personalità quanto alla qualità notturna di molta della sua musica. L’immagine cupa e oscura era accentuata dalla sua voce roca e raschiante. Lo stesso Davis disse di essersi danneggiato la voce strillando contro un procuratore discografico pochi giorni dopo aver subito un’operazione alla laringe.

Non resta che attendere la prova di Williams e capire se riuscirà a restituire quella personalità timida e gentile che utilizzava l’aggressività come difesa.

Myriam