Rocketman doveva essere vietato ai minori. Parola di Dexter Fletcher!

Rocketman ha fatto il suo debutto al Festival di Cannes 2019 e uscirà nei cinema italiani il 30 maggio, ma il regista Dexter Fletcher ha spiegato che il film dedicato alla vita di Elton John doveva essere vietato ai minori.

Taron Egerton in Rocketman- foto glow.gr

Il regista britannico Dexter Fletcher ha anticipato che l’attesissimo Rocketman tratterà contenuti molto più “maturi” rispetto a quanto fatto da Bohemian Rhapsody per la storia di Freddie Mercury e i Queen.

A proposito del film musicale, infatti, il filmmaker ha dichiarato: “Paramount ha approvato uno script vietato ai minori. La storia di Elton era senza esclusioni di colpi, su questo non c’è mai stato alcun dubbio. Ci sono vari livelli di vietato ai minori. Non vuoi realizzare un film che escluda un pubblico più ampio”.

“Al tempo stesso era chiaro che dovesse mostrare gli amori vissuti da Elton – ha proseguito Fletcher – Questo elemento sarebbe sempre stato piuttosto complicato ed estremo. Non ci eravamo illusi. Bohemian Rhapsody era la versione adatta a tutta la famiglia della storia. Abbiamo sempre puntato a un film vietato ai minori, era la nostra visione. Non sono mai stato oggetto di pressioni da parte dei produttori o dello studio. Ci sono vari contenuti vietati ai minori”.

Il regista ha ammesso di aver modificato alcune scene della pellicola, come quella in cui il cantante e il suo manager/amante sono nudi: “C’è una versione più lunga di quella sequenza. Alcuni elementi trovano naturalmente le proprie tempistiche. La versione director’s cut era lunga 2 ore e 38 minuti. Non posso proporre dei film con quella durata! Sarebbe folle. La scena d’amore è qualcosa che durava di più e abbiamo tagliato dei passaggi al montaggio. Non ho compromesso la mia visione, ho semplicemente tagliato qualcosa per la lunghezza del film”.

Myriam