Quantcast

Claudio Sona di Uomini e Donne critica Alberto Dandolo: “Non condivido ciò che hai fatto da agosto”

Claudio Sona di Uomini e Donne ha criticato Alberto Dandolo su Instagram perché non condivide ciò che ha fatto da agosto 2016, ma al tempo stesso ha chiesto alle sue follower di non assillarlo sotto casa e di rispettare la sua vita privata e la sua privacy. Ha infine ringraziato tutti coloro che l’hanno sostenuto in questi mesi difficili. Molti di voi si domanderanno: che cosa ha fatto Alberto Dandolo da agosto? Ha fatto semplicemente il suo lavoro! E’ stato uno dei primi, insieme con il celebre stilista italiano Stefano Gabbana, a raccontare alla regina di Mediaset Maria De Filippi della storia d’amore segreta di Claudio Sona con Juan Fran Sierra.

Claudio Sona – Foto: Facebook

Claudio Sona continua a recitare il suo ruolo, senza raccontare nulla ai fan di Uomini e Donne… Lo spagnolo Juan Fran Sierra e il giornalista Alberto Dandolo hanno rivelato che non possono pubblicare le prove definite “compromettenti e inequivocabili” poiché contengono dati sensibili…

A tal proposito Dandolo ha scritto un lungo messaggio su Instagram. “Ragazzi, questa è una puntata speciale. Non sapevo ci fossero centinaia di migliaia di persone che avevano fatto dei Clario una sorta di ragione di vita – ha scritto Alberto -, spesso proiettando le mancanze delle proprie esistenze in questo sogno di coppia. Non sono nessuno per giudicare le altrui manifestazioni di affetto o idolatria. Anche se eccessive. Io volevo fare solo luce su quella che giornalisticamente è per me una grande menzogna mediatica. L’ho scritto prima di tutti sapendo di essere nel giusto. Mi sono poi relazionato all’enorme mole di materiale privato che uno dei soggetti ha accumulato in tutti questi mesi. Non ho alcun dubbio su quello che è accaduto. Il materiale è INEQUIVOCABILE. Credetemi! Ma legalmente non pubblicabile perché contiene dati privati sensibili. NON SAREI CONTRO LEGGE INVECE SE VI FACESSI UN RIASSUNTO ( SENZA ALLEGARVELO) DI TUTTO IL MATERIALE. Ma non lo farò”.

Perché? “Pensate pure che sono un pagliaccio in cerca di fama – ha continuato Alberto Dandolo -, ma preferisco tutelare l’intimità e dignità di due ragazzi (Claudio e Juan) che si sono voluti bene e ancora se ne vogliono tanto. Prima di essere un giornalista sono un uomo. Ho il dovere di fare un passo indietro: per i ragazzi e per voi. Ma anche per Maria e per Mario, parti lese di questa storia. Ora la palla passa a Claudio. E qualsiasi scelta faccia, sia essa di coraggio o di fuga, va rispettata. Non è una posizione facile la sua. Il mio abbraccio va anche a Juan che non è un uomo cattivo, anzi! Se avesse pubblicato gli ultimi 4 minuti della famosa telefonata di 15 minuti non sarebbe stato edificante per Claudio! Ma non lo ha fatto. Credo per amore. E spero anche per non buttare i ricordi belli nel cesso. Claudio forse più che un mostro è solo un fesso che ha fatto una straordinaria ca….., inizialmente con Juan complice. Io non posso giudicarli da uomo. Ma come giornalista avevo il dovere di raccontare ai miei lettori i fatti per quello che davvero erano. Spero solo che il mondo omosessuale nel prossimo trono riceva più rispetto da parte di chi è chiamato a rappresentarlo. Hasta luego Juanito! Buona fortuna Mario! E tanta forza Claudio, ora ti serve! Per me, come direbbe qualcuno: Miss Italia finisce qua”.