Quantcast

Come truccarsi per l’università

Ogni make-up addicted vuole essere impeccabile in ogni situazione, soprattutto quando sostiene un esame universitario. Ma come truccarsi per l’università?

Trucco da università- foto uplist.lk

L’università non è solo un polo culturale. È un luogo in cui incontrare personalità e storie diverse e che offre un bagaglio inaspettato che allarga gli orizzonti e apre la mente.

Ciò nonostante quando si tratta di trucco si rischia di scivolare nei poli opposti: troppo poco o davvero troppo.

Sicuramente è importante apparire serie e studiose, ma un tocco di trucco che magari nasconde qualche piccola imperfezione come pelle lucida, borse sotto gli occhi e aria stanca non è una cattiva idea.

Come truccarsi per l’università

Come truccarsi per l’università diventa una questione di scelte corrette e giusto mezzo perché fare nuove conoscenze va bene ma non bisogna mai dimenticare che ci si rapporta con i docenti.

Non sarebbe certo il massimo presentarsi con occhiaie evidenti, sguardo stanco o viso dall’effetto. E allora, come truccarsi per l’università?

Occhiaie

La prima cosa da fare è preoccuparsi di coprire le occhiaie causate dallo stress da studio e dalle ore passate sui libri.

Tutto quello che bisogna fare è creare una base trucco con primer e fondotinta (meglio se con texture fluida) e applicare un bel po’ di correttore sulle zone del viso che necessitano di un ritocco extra.

Largo al correttore pesca per occhiaie che virano verso il blu o il viola e al correttore con pigmenti rossi per occhiaie che tendono al verdognolo.

Sguardo stanco

Quando lo sguardo è stanco allora tutto il viso rischia di incupirsi e dare un’aria trasandata che non è proprio il massimo.

È meglio tentare di ravvivarlo definendo gli occhi con un filo di matita o eyeliner nero. A terminare il make-up delicato sarà un velo di mascara, meglio se waterproof.

Pelle lucida

La pelle stressata può presentarsi lucida e piena di imperfezioni che possono essere gestite con fondotinta, correttore e cipria.

Come abbiamo già accennato nell’articolo “Come eliminare l’effetto lucido dal viso” è meglio creare una routine di skincare, scegliere cosmetici e creme idratanti senza oli aggiunti e lavare gli accessori trucchi (pennelli e spugnette).

Il make-up può essere realizzato senza una base per evitare scivolamenti imbarazzanti oppure con un fondotinta opacizzante.

Infine bisogna ricordarsi di usare il primer dedicato quando si sceglie di realizzare un trucco con rossetto e ombretti.

Il miglior alleato della pelle grassa? La cipria! Il cosmetico permette di tenere sotto controllo l’effetto lucido della pelle.