Costantino Vitagliano i suoi 40 anni fra donne, malattie e successo

costantino-vitagliano-nudo-al-mare-posta-le-foto-su-twitter-2012-1

L’ex tronista Costantino Vitagliano compie 40 anni e racconta il suo passato di play boy “Non le ho contate, sarebbe impossibile” dice parlando delle donne “ho iniziato a 16 anni a fare l’animatore e la mia prima esperienza sessuale l’avevo avuta a 14. Quando lavoravo nei locali, ogni notte stavo con una diversa. Che fosse sesso o amore, lo si faceva. Dove capitava: nei bagni, in macchina, nei camerini, per le scale, in palestra”.

Costantino ha rivelato di essere stato anche con donne molto potenti “Ho avuto donne famose, donne potenti, dello spettacolo e dell’imprenditoria… Ma perché dovrei fare i nomi? Nel libro racconto la mia vita, mica la loro” ha detto Costantino parlando del suo libro “E poi non parlo solo di donne, ma di questi dieci anni da sogno, vissuti tra alti e bassi”.

Costanto attacca anche Lele Mora “Non faceva altro che rispondere al telefono, i miei contratti li chiudevo io. La sua bravura è stata usarmi per far lavorare tante altre persone dell’agenzia. “Vuoi Costantino?”, diceva. “Allora devi prendere anche questi altri quattro”. Andavo in ufficio da lui e mi trovavo duecento Costantino, tutti uguali… Compreso Fabrizio Corona: la prima volta che l’ho visto era magro, anoressico, senza un tatuaggio. Dopo due anni urlava: “Sono il nuovo Costantino, sono il nuovo Costantino””.

Poi dopo il successo gli attacchi di panico “Un giorno ero a casa con Linda e sono svenuto. Un attacco di panico. Lele Mora, che abitava sotto, è arrivato e ha chiamato l’ambulanza (stranamente senza avvisare i fotografi di Corona, cosa che faceva regolarmente con tutti i suoi artisti). Da quel momento ho iniziato a star male, non controllavo più mente e corpo, vivevo con la Xanax in mano e andavo tutti i giorni all’ospedale a farmi visitare: stavo bene solo lì…. Sono dovuto andare in Spagna, lontano da tutti e da tutto, per iniziare a stare meglio. E intanto intorno a me sono spariti tutti, Mora compreso.”