Quantcast

Davide Silvestri parla del suo lavoro, del GF Vip e degli altri ex gieffini

Davide Silvestri ha parlato del suo lavoro, della sua esperienza nella Casa del Grande Fratello Vip 6 e degli altri ex gieffini nel corso di un’intervista rilasciata al programma radiofonico RTL 102.5 Trends & Celebrities condotto dal giornalista Francesco Fredella. Il secondo classificato del GF Vip 6 ha ridimensionato il tiro in merito alle precedenti dichiarazioni rilasciate sul suo amico e collega vip, l’attore e fotografo di moda Alex Belli.

Davide Silvestri in costume
Davide Silvestri in costume al mare – Foto: Instagram

Il bravissimo e amato attore Davide Silvestri ha raccontato: “Subito dopo la finale io sono tornato subito alla normalità. Sin dal giorno successivo alla mia uscita dalla Casa ho preso il mio furgoncino della birra e ho iniziato a consegnare. È stata una bella parentesi, ma volevo continuare con la mia attività di sempre. La cosa bella del Grande Fratello Vip è che, una volta uscito dalla Casa, apprezzi diversamente le cose della vita. Anche una doccia normale senza il costume e senza telecamere, ad esempio, è stupenda”.

Bilancio positivo per quanto riguarda la sua esperienza nella Casa più spiata e famosa d’Italia: “Del GF Vip posso fare un bel bilancio, anche se non pensavo di non poter reggere sei mesi lì dentro. Se me l’avessero detto prima non c’avrei creduto. Invece ce l’ho fatta, ma non nascondo che ho fatto davvero tanta fatica. Con la mia fidanzata Alessia Costantino è molto meglio di prima. Quando l’ho rivista è stato uno dei giorni più belli per me al GF Vip. È stato il top, è stato stupendo”.

E poi ancora: “Nella casa a russare di più eravamo io, Kabir e Barù. Manila è una persona molto carina e splendida. Mi sono appoggiato su di lei più di una volta, è una bella persona che sento ancora. Tra i pochi ex gieffini che sento ancora ci sono: Barù, Manila Nazzaro, Katia Ricciarelli, quel pazzo di Alex Belli, Miriana Trevisan e Aldo Montano”.

A marzo 2022 aveva però dichiarato su Alex a Casa Chi: “Lui ha preferito la carriera all’amicizia. Ho perso un amico, lui era diventato schiavo del personaggio. Abbiamo perso il divertimento e anche l’amicizia. Credo sia stato un peccato anche per lui. Anche perché il suo lato artistico era più bello di quel teatrino amoroso”.