Quantcast

Deadpool 3 potrebbe non essere Rated-R. Parola di David Leitch

Walt Disney ha assicurato che i capitoli della saga Deadpool sarebbero rimasti di Rated-R, ma David Leitch ha dichiarato che il terso capitolo del franchise potrebbe non essere vietato ai minori.

Deadpool- foto newsbeezer.com

L’acquisizione di 20th Century Fox da parte della Casa di Topolino non ha cambiato le caratteristiche di Deadpool, compreso il Rated-R.

Il CEO di Disney, Bob Iger, aveva che non sarebbero stati “ingentiliti” i toni della saga, eppure il regista di Deadpool 2 (potenziale regista del sequel) ha cambiato le carte in tavola.

In una recente intervista, infatti, David Leitch, ha dichiarato che secondo lui il terzo capitolo della saga incentrata sul Mercenario Chiacchierone non sarà per forza vietato ai minori di 18 anni.

“È vietato ai minori, un rating che i Marvel Studios non hanno mai voluto abbracciare – ha detto il filmmaker – ma il franchise non deve essere obbligatoriamente Rated-R così come Disney non è costretta a realizzare film che siano esclusivamente PG-13. Credo che si troverà un compromesso che accontenterà tutti”.

Leitch ha aggiunto: “C’è ancora parecchio mistero su quello che i Marvel Studios hanno intenzione di fare con Deadpool, ma credo in base a ciò che ho sentito, che stia andando tutto bene. Suppongo stiano ancora cercando di trovare la maniera giusta per far funzionare un personaggio complesso come Deadpool”.

E in effetti la teoria del regista sembrerebbe trovare conferma dal successo di C’era una Volta Deadpool, il remake del secondo capitolo in versione PG-13 uscito a Natale del 2018.