Quantcast

Dieta e salute: quali sono i salumi che fanno meno male?

Dieta e salute: quali sono i salumi che fanno meno male? Alcuni sono molto dannosi per la nostra salute. Altri sono consigliati e addirittura previsti nei regimi alimentari. Per una dieta varia ed equilibrata occorre prestare molta attenzione alla tipologia.

Prosciutto crudo – Foto: Pixabay.com

La bresaola è uno dei salumi con meno calorie ed è povera di grassi, ma ricca di proteine e minerali come fosforo e zinco. Contiene inoltre la vitamina E e le sue proteine sono di alto valore biologico, dunque molto utili per la muscolatura e per il recupero dell’energia.

Il prosciutto cotto contiene 130 calorie per etto ed è un’ottima fonte di proteine, ferro e zinco. È tuttavia sconsigliato a chi è intollerante al lattosio.

Il prosciutto crudo è un’ottima fonte di proteine ed è privo di carboidrati e contiene circa 230 calorie ogni 100 grammi di prodotto. Sempre nella versione magra, è altamente digeribile, dunque adatto anche a chi soffre di gastrite, ma è controindicato per chi soffre di colesterolo alto.

Il cotechino apporta circa 250 calorie per 100 grammi di prodotto. Il prosciutto san Daniele è ricco di proteine nobili e minerali quali zinco, fosforo e potassio ed è molto digeribile e consigliato per bambini, anziani e sportivi. La pancetta di tacchino è uno dei salumi con poche calorie più gustosi e ha un basso contenuto di grassi ed è ricco di proteine. Anche la mortadella è ricca di vitamina B1 e B2, contiene la stessa percentuale di colesterolo della carne bianca.