Quantcast

Donald Trump incassa un’altra cocente sconfitta: non passa l’abrogazione dell’Obamacare

Donald Trump ha incassato un’altra pesante sconfitta sull’Obamacare: il Senato non voterà il progetto di legge noto come Graham-Cassidy per revocare la legge sulla riforma sanitaria voluta dal precedente presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama. Lo ha annunciato il capo della maggioranza Mitch McConnell. Un altro fallimento per l’amministrazione repubblicana di Trump.

Donald Trump – Foto: Facebook

I tre senatori ribelli sono John McCain dell’Arizona, anziano leader che aveva gia’ affossato un precedente tentativo di cancellare Obamacare e che protesta contro un processo ultra-partitico e senza un’autentica discussione su un tema delicato, poi Susan Collins del Maine, preoccupata delle ripercussioni di previsti tagli al programma per i poveri Medicaid e Rand Paul del Kentucky, che sollevava invece opposte istanze libertarie, sostenendo che la contro-riforma non riduceva abbastanza l’intervento pubblico. Altri no repubblicano erano comunque in agguato.

Il numero 1 della Casa Bianca Donald Trump è su tutte le furie per l’ennesima sconfitta e ha lanciato un ultimatum ai repubblicani: “Se fallirete nell’abolire l’Obamacare lavorerò per un compromesso con i democratici”.

Intanto per quanto riguarda le primarie in Alabama del partito repubblicano valide per un seggio in Senato, Roy Moore appoggiato da Steve Bannon e Sarah Palin ha sconfitto secondo le proiezioni il senatore Luther Strange, per il quale hanno fatto campagna elettorale il presidente americano e i vertici del Grand Old Party. Il prossimo 12 dicembre Moore se la dovrà vedere con il democratico Doug Jones, ex procuratore dell’Alabama, per la conquista del seggio in Senato lasciato libero da Jeff Sessions, entrato nel Governo Trump con la carica di ministro della giustizia.

L’ex capo stratega della Casa Bianca Steve Bannon ha esultato per la vittoria di Roy Moore: “L’ establishment del partito repubblicano è in ginocchio”. Bannon ha parlato di vittoria a mani basse. Due sconfitte pesanti e totalmente impreviste per il presidente Trump!