Quantcast

Dwayne Johnson soffriva di depressione e piangeva sempre

Dwayne Johnson soffriva di depressione e piangeva sempre. The Rock è uno degli uomini più pagati e sexy del pianeta. Ma anche i duri, forti e ricchi come lui, hanno diversi problemi come noi comuni mortali. Il 45enne ex wrestler, attore e produttore cinematografico statunitense e canadese si è raccontato all’Express.

Dwayne Johnson – Foto: Facebook

Un problema che forse trae origine dal tentato suicidio di sua madre Ata, che provò a togliersi la vita davanti a lui, alcuni mesi dopo essere stati sfrattati dall’appartamento in cui vivevano, quando lui aveva solo 15 anni. «Uscì fuori dall’auto – ha raccontato il figlio e nipote d’arte rispettivamente di Rocky Johnson e Peter Maivia -, in un’autostrada, a Nashville, e iniziò a camminare incontro al traffico». Dwayne Johnson uscì a sua volta dall’auto per afferrarla e trascinarla verso il margine della strada, salvandole la vita.

«La cosa incredibile di quel tentato suicidio – ha raccontato la star di Jumanji: Welcome To The Jungle nell’intervista all’Express -, è che lei non ha ricordi di quel giorno». In realtà la causa scatenante della depressione è avvenuta anni dopo, quando si è infranto il suo sogno di diventare un giocatore di football professionista a causa dei numerosi infortuni. Ingaggiato dalla Canadian Football League, venne licenziato un anno più tardi. In quel periodo terribile, anche la sua compagna decise di troncare la love story con lui. «È stato in assoluto il mio periodo peggiore», ha confidato Dwayne Johnson.

Nonostante tutto, The Rock ha poi trovato il coraggio per andare avanti, altrimenti sarebbe potuto diventare a sua volta un aspirante suicida come la madre: «Dobbiamo sempre fare del nostro meglio per prestare attenzione e capire quando altre persone stanno soffrendo. Dobbiamo aiutarle e ricordare loro che non sono sole».

A un suo sostenitore che gli confessava di essere depresso, The Rock ha scritto: «Ti capisco. Ho combattuto contro quella bestia più di una volta».