Quantcast

Efe Bal scartata da Stefano Parisi alle elezioni amministrative 2016 di Milano

Efe Bal è di nuovo al centro delle polemiche… Dopo le accuse al vetriolo e le critiche furiose legate alla sua esclusione dal cast dell’Isola dei famosi 2016, Efe Bal era stata inizialmente inserita come candidata consigliera comunale nel Partito Liberale alle prossime elezioni amministrative 2016 di MilanoRaffaele Strada e Tiberio Buonaguro del Partito Liberale avevano inizialmente avanzato la richiesta alla escort turca in vista delle elezioni comunali del 5 giugno per via del suo impegno a favore della legalizzazione della prostituzione. Poi tutto è cambiato! Perché? La transessuale turca ha spiegato i motivi al programma radiofonico La Zanzara di Radio24.

Efe Bal - Foto: Facebook
Efe Bal – Foto: Facebook

Stefano Parisi mi ha detto che ci sono i cattolici del centrodestra che non condividono le mie idee – ha detto Efe Bal in diretta radiofonica -, ma molti di quelli me li sono fatti e sono miei clienti. Quanta ipocrisia. Adesso voto e faccio votare per Sala. Io amo la politica – ha proseguito la trans turca  – faccio godere i politici e sono appassionata di politica. Qual è il problema? Intanto ho bloccato un partito, un piccolo partito, quello Liberale. Non riescono a togliermi dalla lista e io non mi ritiro”.

L’escort turca Efe Bal ha poi rivelato: “Andrò anche davanti ai seggi per convincere le persone a votare Sala in cambio di sesso. Perché quelli del PD a Napoli non hanno pagato i voti, un euro? Io sono più generosa, offro dieci volte di più. Ma che ca… me ne frega di fare il consigliere comunale e mischiarmi con questa gente ipocrita e bigotta che mi rifiuta e poi vanno a trans e mignotte. Io invece guadagno diecimila euro in nero facendo la prostituta“.

La transessuale è su tutte le furie e cita l’ex protagonista dello scandalo bunga bunga Nicole Minetti e la politica di Forza Italia Alessandra Mussolini. “Sono loro che devono essere imbarazzati – ha attaccato – perché avevano la Minetti in Consiglio regionale, hanno beccato un sindaco corrotto qualche giorno fa. E la Mussolini è diventata capolista a Roma, mentre, il marito va con le mignotte di sedici anni. Ha dovuto patteggiare. E si vergognano di me? Però la politica mi intriga – ha concluso la combattiva e spumeggiante trans Efe Bal – e fino a quando guadagnerò 10.000 euro al mese utilizzerò tutti i miei poteri, con il culo, la bocca e la lingua, per entrare in politica”.

Il Partito Liberale a Milano è in imbarazzo, ma lei Efe Bal va avanti per la sua strada senza rimpianti e rimorsi!