Quantcast

Efe Bal sfida Dario Nardella: “Offro fellatio gratis a tutti in auto a Firenze”

Efe Bal si è schierata fermamente e categoricamente contro la nuova ordinanza antiprostituzione del sindaco di Firenze, Dario Nardella, al programma radiofonico La Zanzara. La famosa e popolare transessuale escort turca ha annunciato una protesta davvero super hot contro il primo cittadino di Firenze.

Efe Bal in costume – Foto: Facebook

Chi viene sorpreso con una prostituta da venerdì scorso a Firenze rischia una multa da 206 euro, la denuncia e l’avvio di un procedimento penale (c’è anche il rischio di stare in carcere per 3 mesi). La multa, come tutte quelle fatte dalla polizia municipale, arriverà a casa. Le mogli scopriranno che il marito va a prostitute tramite una missiva del comune.

Efe Bal ha annunciato una battaglia hard contro questa ordinanza, accusando il sindaco e i politici del Partito Democratico di essere ipocriti e oscurantisti.

“Nei prossimi giorni vado a Firenze e mi metto a fare pomp… gratis in macchina – ha spiegato la trans turca – Mi voglio fare multare da Nardella in segno di protesta. Il provvedimento deciso dal sindaco contro i clienti delle prostitute è ipocrita, le persone hanno diritto a farsi fare una fellatio in macchina quando tornano dal lavoro, dopo una giornata stressante, hanno il diritto di fare l’amore quando vogliono”.

Per poi aggiungere: “Niente multe, ma partita Iva e riconoscimento del nostro lavoro. A Firenze sono aumentati gli scippi del 25%, non mi sembra che il problema sia l’uomo che vuole fare un po’ di amore. Se vogliono controllare lo sfruttamento va benissimo, facciano le indagini. Non lavoro più per strada da tanto tempo – ha sottolineato Efe Bal – ma contro questa ipocrisia mi metterò a bocca aperta per strada, anche sotto casa del sindaco. Con le multe ai clienti non si risolve nulla. Nove anni fa a Milano ho preso una multa da 450 euro, non l’ho pagata ma non mi sembra che il fenomeno sia diminuito”.

Poi ha lanciato una dura stoccata al vetriolo nei confronti del PD e del Governo: “Molte donne che si prostituiscono in strada vengono dai barconi e finiscono sul marciapiede. Non sanno che fare, non sanno come sopravvivere. Dico al PD e a Nardella che prima hanno fatto arrivare migliaia di immigrati poi multano chi va con loro. Ancora ipocriti”.