Quantcast

Elisa canta la bellezza di essere fragili in Diari Aperti

Elisa canta la bellezza di essere fragili in Diari Aperti. Il secondo album, interamente in lingua italiana dopo L’anima vola, è stato anticipato dal singolo Se piovesse il tuo nome. Il disco è il primo della famosa cantautrice, compositrice, polistrumentista, musicista e produttrice discografica italiana con la nuova casa discografica Universal Music Group.

Elisa – Foto: Facebook

Un diario senza filtri e autobiografico che invita tutti alla leggerezza. Diari Aperti è stato definito un “concept album” sulla sua vita.

A Vanity Fair ha dichiarato: «L’idea di chiamarlo così è nata per spiegare meglio di che cosa si tratta: non ho attinto solo dai miei diari, anche vecchissimi, per scrivere le canzoni. Ma anche – come nel caso di Quelli che restano, Anche fragile e Promettimi – da scritti fatti di recente e attorno ai quali ho costruito la musica. Per me è sempre stato il contrario: prima nascevano le melodie, e poi quelle suggerivano il messaggio. In questo caso è stato trainante il testo, nella forma di diario intimo».

Rileggendo i diari e gli scritti di diversi anni fa, Elisa ha analizzato tutto ciò che l’ha fatta sorridere e commuovere: «Mi ha commosso ritrovarci diversi legami e sentimenti che il tempo non ha scalfito. Mi ha fatto sorridere – e ne parlo anche in una canzone – la caduta in bicicletta di quando avevo 12 anni: ero in giro con mia sorella e la cagnonlina e sono finita dentro ai binari, rompendomi un braccio. E poi di una nostra “strana” tradizione di famiglia: mettere l’albume dell’uovo dentro a un bicchiere la sera, e aspettare che la mattina dopo, come per magia, si formasse un veliero».

Il suo nuovo album è stato pubblicato il 26 ottobre scorso.