Quantcast

Elizabeth Olsen: biografia, carriera, rapporto con le sorelle Mary-Kate e Ashley e Instagram

Tutti la conoscono come sorella minore delle gemelle Mary-Kate e Ashley, ma Elizabeth Olsen è un’attrice di talento molto seguita e acclamata. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su di lei.

Elizabeth Olsen- foto instagram.com

Dall’età di cinque anni Elizabeth Olsen ha dimostrato di volersi fare strada nel mondo dello spettacolo lontano dalla fama delle sorelle Mary-Kate e Ashley.

Nella carriera di Elizabeth Olsen non ci sono soltanto WandaVision e Silent House: l’attrice ha ricevuto consensi da parte del pubblico e della critica e ha fatto incetta di nomination e riconoscimenti.

Per apprezzare meglio le sue interpretazioni, però, bisogna fare un passo indietro e conoscere tutto ciò che c’è da sapere su di lei. Quanti anni ha Elizabeth Olsen? Quando ha iniziato a recitare?

Biografia

Quando e dove è nata Elizabeth Olsen? Elizabeth Chase Olsen, conosciuta semplicemente come Elizabeth Olsen, è nata il 16 febbraio 1989 a Los Angeles.

È figlia del banchiere e agente immobiliare David Olsen e della manager Jarnette Jones, nonché sorella minore delle gemelle Mary-Kate e Ashley.

Quante sono le Olsen? Mary-Kate, Ashley ed Elizabeth hanno un fratello maggiore ma, quando i genitori hanno divorziato nel 1996, hanno accolto anche un fratellastro e una sorellastra minore nella loro famiglia.

Il talento e la propensione artistica di Elizabeth sono stati evidenti sin da bambina (proprio come era successo per Mary-Kate e Ashley). Per questo ha ricevuto lezioni di danza e canto.

Si è diplomata alla Campbell Hall School di North Hollywood nel 2007 e ha proseguito gli studi alla Tisch School of the Arts dell’Università di New York.

Nel 2009 Elizabeth ha trascorso un semestre di studio a Mosca presso il Teatro d’Arte per seguire il programma MATS all’Eugene O’Neill Theatre Center.

Carriera

La carriera di Elizabeth Olsen inizia in modo diverso da quello delle sorelle: inizia a recitare all’età di 4 anni insieme a Mary-Kate e Ashley (Due gemelle nel Far West e The Adventures of Mary-Kate & Ashley).

Dopo queste produzioni, però, si è allontanata dal mondo dello spettacolo fino ai suoi vent’anni, quando riprende a recitare con il film La fuga di Martha nel 2011.

Il film La fuga di Martha le fa riscuotere il consenso della critica e la candidatura come Miglior interprete emergente ai Gotham Independent Film Awards e la nomination come Miglior attrice protagonista ai Critics’ Choice Movie Awards e agli Independent Spirit Awards. Da quel momento non si è più fermata.

Elizabeth Olsen ha lavorato ad altri progetti televisivi come Sorry for Your Loss (2018-2019) e WandaVision (2021), ma si è dedicata principalmente al cinema.

Tra i film per il grande schermo a cui ha lavorato ricordiamo Silent House del 2011; Peace, Love & Misunderstanding, Red Lights e Liberal Arts del 2012; Giovani ribelli – Kill Your Darlings, Very Good Girls, In Secret e Oldboy del 2013; Captain America: The Winter Soldier e Godzilla del 2014; Avengers: Age of Ultron e I Saw the Light del 2015; Captain America: Civil War del 2016; I segreti di Wind River, Ingrid va a ovest e Kodachrome del 2017; Avengers: Infinity War del 2018; Avengers: Endgame del 2019; Doctor Strange nel Multiverso della Follia del 2022.

Riconoscimenti

Elizabeth Olsen è diventata una delle attrici più seguite e acclamate dello star system anche e soprattutto ai riconoscimenti ottenuti.

Per La fuga di Martha ha ricevuto la candidatura come Miglior interprete emergente ai Gotham Independent Film Awards e la nomination come Miglior attrice ai Satellite Award del 2011, la candidatura come Miglior attrice ai Saturn Award, agli Independent Spirit Awards e ai Critics’ Choice Movie Awards nel 2012.

I Teen Choice Award la inseriscono tra le nomination come Miglior stella emergente in un film per Godzilla nel 2014, Miglior stella emergente in un film per Avengers: Age of Ultron nel 2015, Miglior intesa in un film per Captain America: Civil War nel 2016 e Miglior attrice in un film d’azione per Avengers: Infinity War nel 2018.

Nel 2013 l’attrice riceve la candidatura all’Orange Rising Star Award per la miglior stella emergente ai Premi BAFTA.

Gli MTV Movie & TV Awards la inseriscono nella rosa dei candidati come miglior combattimento per Avengers: Infinity War nel 2018 e la premiano nella categoria Miglior performance in una serie e Miglior combattimento per WandaVision nel 2021.

Riceve la candidatura come Miglior attrice in una serie drammatica per Sorry for Your Loss nel 2019 e la nomination come Miglior attrice protagonista in una miniserie o film TV per WandaVision nel 2022 ai Critics’ Choice Television Awards.

Sempre per WandaVision ottiene la candidatura come Migliore attrice protagonista in una miniserie o film per la televisione ai Premi Emmy nel 2021 e la nomination come Migliore attrice in una mini-serie o film per la televisione ai Golden Globe del 2022.

Personaggio preferito

La carriera di Elizabeth Olsen è costellata di ruoli diversi, eppure il suo personaggio preferito è Scarlett O’Hara nel cult Via col Vento.

“Non so se vorrei interpretarla, ma Via col Vento è il mio film preferito. Lo guardo sempre. L’ho visto ieri mattina – ha dichiarato in un’intervista – Quello che mi piace del film è il fatto che vuoi odiare Scarlett, ma allo stesso tempo vuoi che ce la faccia e abbia successo, perché riesci a vedere il buono in lei”.

Idoli

Ogni interprete ha i propri idoli ai quali ispirarsi e fare riferimento. Qual è l’idolo di Elizabeth Olsen? L’attrice ammira molto Michelle Pfeiffer sin dall’inizio della sua carriera sia come modella che come attrice.  

Elizabeth è riuscita a incontrare di persona Michelle Pfeiffer durante le riprese del film Io mi chiamo Sam di Jessie Nelson con Sean Penn nel 2001.

Nudità

Elizabeth Olsen si è mostrata senza veli in La fuga di Martha, ma la scelta non è stata affatto semplice per l’attrice.

A convincerla a comparire nuda davanti alla telecamera è stata la prova di Kate Winslet in Holly Smoke- Fuoco sacro di Jane Campion.

“Era così rassicurante vedere la giovane Kate fare qualcosa di molto coraggioso, in tanti sensi – ha dichiarato in un’intervista a proposito di Avengers: Age of Ultron – E ho pensato tra me e me: ‘Ok, quindi non è che apparire nuda o rischiare ti rovina la carriera”.

Tuttavia ha rifiutato il ruolo di Anastacia Steel nella trilogia di Cinquanta sfumature a causa del contenuto esplicito, anche se si è detta entusiasta dell’impatto del romanzo sulle donne: “ Ha avuto un grandissimo impatto sulla società. A quanto pare, le vendite di corde hanno subito un’impennata, perché le donne che hanno letto il libro si stanno interessando al bondage, che è fantastico. È un tale tabù, per le donne, discutere la sessualità senza l’aiuto di Cosmopolitan”.

Pallavolo

La pallavolo è sempre stato il piano B di Elizabeth Olsen. L’attrice, infatti, ha vissuto all’ombra delle sorelle Mary-Kate e Ashley e si è sempre vergognata di voler fare l’attrice in una città come Los Angeles.

Per questo, quando le veniva chiesto cosa avrebbe voluto fare, la giovane Elizabeth ha sempre risposto di voler giocare a pallavolo. Per fortuna alla fine ha seguito la propria passione.

Elizabeth Olsen e le sorelle Mary Kate e Ashley

Elizabeth è sempre stata associata a Mary Kate e Ashley, le attrici gemelle che hanno debuttato da bambine nel mondo dello spettacolo. Purtroppo il loro successo è stata un’arma a doppio taglio.

Più la popolarità cresceva e più Mary Kate e Ashley (e anche Elizabeth) venivano messe sotto la lente di ingrandimento dai media.

Elizabeth stava quasi per rinunciare al sogno di diventare attrice mentre Mary-Kate ha iniziato a soffrire di disturbi alimentari all’età di 16 anni.

Patrimonio

Nonostante sia uscita dall’ombra delle sorelle e abbia costruito una carriera di successo, Elizabeth Olsen è meno ricca di Mary Kate e Ashley.

Nel 2007 le sorelle Mary Kate e Ashley avevano un patrimonio di un centinaio di migliaia di dollari mentre Elizabeth ha un patrimonio di circa sei milioni.

Vita privata

La vita privata  di Elizabeth Olsen è stata passata al setaccio dai paparazzi e dai media, proprio come quella delle sorelle Mary Kate e Ashley.

L’attrice ha avuto una relazione con l’attore Boyd Holbrook tra il 2014 e il 2015 e si è fidanzata con il musicista Robbie Arnett nel 2019.

Elizabeth Olsen e Tom Hiddleston hanno avuto una storia? I due attori hanno lavorato fianco a fianco sul set di I Saw the Light e questo ha nutrito i rumors.

“Onestamente, questo tipo di pettegolezzi, sono come ‘Bene, ecco un gruppo di sconosciuti che dicono un sacco di cose sulle quali non sanno niente”, disse a riguardo a ET.

Hobby

Tra le passioni di Elizabeth Olsen c’è sicuramente la cucina. L’attrice ama cucinare e condividere le sue creazioni con tutta la famiglia.

Ha dato prova delle proprie doti culinarie anche il giorno del suo 23esimo compleanno quando, anziché organizzare una festa in stile Hollywood, ha deciso di preparare la torta da sé.

Instagram

Elizabeth Olsen si è cancellata da Instagram nell’estate del 2020, lasciando i suoi fan sconvolti da tale decisione.

A tal proposito, all’interno di un’intervista a Glamour UK, ha dichiarato “Ho pensato aspetta, perché sto cercando di creare un’altra versione di me e la sto mostrando al mondo? Tutto ciò mi metteva a disagio e non si trattava neanche di fare caso ai commenti. Mi sentivo strana perché controllava il mio cervello… non sono il tipo di persona ossessionata dall’uso di ogni tipo di piattaforma”

“Lavoro nel no-profit, sono molto fiera di ciò e mi piace parlarne, ma non sento la necessità di difendere o denunciare ogni singola cosa che accade nel mondo. Sembra tanto rumore per niente. E quindi durante la pandemia ho pensato ‘Non fa proprio per me’ e me ne sono liberata”.