Quantcast

Emily Ratajkowski contro l’industria cinematografica

Reduce dalle ultime sue fatiche cinematografiche, L’amore bugiardo e We are your friends, Emily Ratajkowski non sembra comunque essere particolarmente soddisfatta del trattamento che le viene generalmente riservato nel mondo del cinema, che considera parecchio distante dalle sue capacità ed i suoi gusti personali. L’attrice e modella avrebbe infatti confessato, in un’intervista personale, che avrebbe qualche difficoltà di troppo nell’essere presa in considerazione per ruoli “interessanti”, spiegando che il discrimine è dovuto dal suo aspetto fisico.

Tutto ciò nonostante una bellezza che l’ha resa caratteristica, anche attraverso gli scatti postati sul suo profilo ufficiale Instagram, che ha fatto sperare molti fan internazionali ed anche italiani di poterla prima o poi incontrare. Emily ha spiegato infatti di volersi prendere una pausa duratura dal mondo del cinema, fino a quando non le arriveranno ruoli più peculiari e caratteristici, che secondo la sua opinione personale vengono riservati alle attrici “meno attraenti”.

La Ratajkowski avrebbe poi rincarato le sue critiche aggiungendo che la maggior parte dei film moderni non ha una trama interessante, e ciò è alla base del suo rifiuto dopo il casting per American Pastoral, in cui i producer avevano comunque dimostrato interesse in lei. Intanto si aspetta il ritorno della modella e attrice anche nei cinema italiani, con We are your friends, che sbarcherà nel nostro paese a metà Settembre, mentre ci auguriamo che anche Emily possa trovare il suo posto nel complicato ed affollato show business del grande schermo.