Quantcast

Emis Killa “Con Tiffany sono molto geloso”

emis_killa2

Emis Killa si racconta in una lunga intervista a Grazia in vista dell’uscita del suo ultimo album Bus 323 – Viaggio di sola andata “È l’autobus che mi portava da Vimercate a Milano, dove c’era l’universo hip hop che fin da piccolo mi affascinava. Molti miei amici d’infanzia, al paese, quel bus non l’hanno mai preso. “Troppo sbattimento”, dicevano. Molti sono ancora là a fare serata in quei bar, con una birra in mano. A me non è bastato” ha rivelato Emis Killa.

Emis Killa “Prendevo pasticche per rincoglionirmi”

“Da 15enne giravo con una compagnia di sbandati, facevo una marea di cazzate, ma non mi accontentavo” ha rivelato il rapper “furti per pagarmi le sneaker o la discoteca, pasticche per rincoglionirmi il sabato sera, ma senza mai diventare dipendente”.

Emis Killa soffre della sindrome dissociativa che gli è stata diagnosticata quando era piccolo “Sì, è partito tutto quando avevo 15 anni. Era come ?se vivessi le emozioni a un metro di distanza, per via di un meccanismo di difesa” ha raccontato “Non sapevo che cosa avessi di preciso. Poi ho visto qualche specialista, e ho capito che è più diffuso di quanto si pensi. Il papà di un mio amico mi disse: “Questi problemi te li porti dietro fino a 25 anni, poi impari a conviverci”. Aveva ragione. Oggi sto meglio, se magari mi sveglio e non ho voglia di mettere il muso fuori casa, non lo faccio e stop”.

Emis Killa e Tiffany

Emiliano oggi è fidanzato con Tiffany “Posso solo dirvi che in amore sono all’antica, uno molto geloso. Ma con il tempo ho capito che non devo rompere troppo le palle a una ragazza. Anche perché quando lo fanno con me vado fuori di testa. Tutto sommato mi reputo un bravo fidanzato. Sono uno come tanti, che ha sofferto una miriade di volte”