Quantcast

Emma Stone rivela: “Non sono mai stata una femme fatale”

Emma Stone ha rivelato di non essere mai stata una femme fatale. La Premio Oscar nel 2017 con “La la land” si è raccontata in un’intervista rilasciata al settimanale Grazia. L’attrice di “La Favorita”, l’ultimo film di Yorgos Lanthimos ambientato nell’Inghilterra del XVIII secolo per il quale è candidata ai Golden Globe, ha spiegato: “Finora non ho mai interpretato la femme fatale o una donna eccessivamente sofisticata”.

Poi ha raccontato alcuni lati del suo carattere e alcuni aneddoti della sua carriera: “È più forte di me. Amo divertirmi, tingermi i capelli, accettare le proposte di quei registi che non mettono sempre il mio aspetto in primo piano. Non mi ha mai attirato la parte della bambolina che si innamora di un bel ragazzo”.

Com’è nata la sua passione per il cinema? “Erano soprattutto musical degli Anni 70 – ha detto Emma -, dove le ragazze ballavano e avevano i capelli cotonati. Ero rapita: non mi accorgevo del passare del tempo. E non pensavo più a niente. È così che è nata la mia passione per il cinema. Credo che, se riesco a sedurre, sia per la mia eccentricità, la mia risata troppo forte, la mia voce troppo rauca, la mia indisciplina. È stata l’attrice Diane Keaton a spronarmi ad avere il coraggio di essere me stessa senza paura”.

L’attrice guarda al futuro con ottimismo e serenità. Emma Stone sogna di diventare madre.