Quantcast

Enna, Vanessa strangolata dal fidanzato

Si è purtroppo trasformata in tragedia un banale litigio tra fidanzati. Nella giornata di ieri sui vari social network e i notiziari televisivi non si faceva altro che parlare della scomparsa di una giovane ventenne di Enna, Vanessa. Subito il padre della ragazza aveva allarmato i carabinieri ed è stato lo stesso uomo a creare un gruppo su Facebook per accelerare le ricerche di Vanessa. Ecco però che nelle ultime ore il fidanzato della ragazza ha deciso di confessare il terribile delitto. Francesco Lo Presti, 34 anni e disoccupato, conviveva da tempo con la giovane Vanessa.

E’ stato proprio il ragazzo a recarsi subito dai carabinieri il giorno della scomparsa della fidanzata, raccontando come durante un litigio tra i due Vanessa abbia lasciato la casa e non sia più ritornata. Una versione che ha convinto inizialmente gli inquirenti, ma durante l’ultimo interrogatorio Francesco Lo Presti non è riuscito a resistere ed ha raccontato tutta la verità. L’uomo ha ucciso Vanessa, probabilmente strangolandola, dopo un litigio.

Lo Presti ha poi deciso di avvolgere il corpo della ragazza in un lenzuolo e di lanciarlo da un cavalcavia. E’ stato poi lo stesso uomo a portare i carabinieri sul luogo dov’è stato ritrovato il cadavere della povera ragazza. Distrutti dal dolore i genitori di Vanessa non hanno voluto proferire alcuna parola, anche se nessuno aveva sospettato minimamente del fidanzato della ragazza. Ora per Francesco Lo Presti c’è uan condanna per omicidio e occultamento di cadavere.